Anno scolastico 2021-22 – Il Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Brolo, Bruno Lorenzo Castrovinci: “Si riparte” – Le principali novità

Senza titolo-1

Partenze e ripartenze, anche se nel nostro caso nessuno si è mai fermato. È stato un istituto che ha lavorato sempre, anche d’estate, con una Dirigenza per gli alunni, loro, gli unici che motivano tutte le azioni e ai quali un giorno, da grandi, dovremo rendere conto.

Tantissime le azioni, difficile renderle note tutte, è più facile rimandare ai documenti prodotti previsti dalla normativa vigente di rendicontazione agli organi collegiali, atti ufficiali dell’istituto.

La scuola riparte tra tanti problemi da affrontare, da un lato il virus che con le sue mutazioni è diventato sempre più pericoloso, dall’altro tantissime cose che, nonostante l’impegno per ripartire in piena efficienza, devono essere necessariamente risolte.
IMG-20210919-WA0032
Rispetto all’anno scorso dove le difficoltà maggiori erano concentrate nella riapertura del Plesso di Via Pozzo Danile a Sant’Angelo di Brolo, quest’anno a creare malumore in una parte dell’utenza è a Brolo per il trasferimento temporaneo delle sezioni della scuola dell’Infanzia di Via Trento e dell’annessa sezione primavera, nei nuovi locali messi a disposizione dall’Amministrazione comunale, Ente competente per legge sull’edilizia scolastica da destinare alle scuole.
IMG-20210919-WA0036
Detta questione è stata affrontata con azioni specifiche finalizzate alla tutela della sicurezza dei minori e del personale che ci lavora, per tale scopo abbiamo integrato il contratto con il nostro RSPP, ingegnere Girolamo Brunoni, al fine di effettuare una corretta valutazione del rischio e individuare, se necessario, tutte le misure che occorrono per la prevenzione degli stessi.
IMG-20210919-WA0034
L’incarico è stato esteso a tutti i plessi dell’Istituto Comprensivo, in modo da verificare la capienza delle aule ai fini di garantire le misure necessarie per il contrasto della diffusione del virus SARS COV 2 e delle numerose varianti, tenendo conto del giusto rapporto aula/alunno in seguito alle variazioni del numero di alunni in alcune classi, e della realizzazione di nuovi spazi attrezzati.
IMG-20210919-WA0035
Si è posto fin da subito l’annoso problema del peso degli zaini e dei compiti assegnati per casa agli alunni che frequentano il tempo pieno e prolungato che abbiamo prontamente risolto con disposizioni finalizzate alla tutela della salute dei discenti e al fatto che oggi più di ieri, si rende necessario svolgere i compiti a scuola, in quanto i maestri e i professori possono seguire meglio tutti gli studenti, nessuno escluso, durante le attività di studio assistito.

L’anno che è passato, così come viene dettagliatamente descritto nei documenti sopracitati, ha visto l’Istituto Comprensivo Brolo crescere in termini di risultati conseguiti dai suoi alunni, dati peraltro riconfermati dalle rilevazioni INVALSI che vedono il nostro istituto crescere ed eccellere in matematica e inglese e mantenersi nella media nazionale per quanto riguarda la lingua italiana come era accaduto prima dell’insediamento di questa nuova Dirigenza.

Le novità? Tante, troppe forse, con l’attivismo che ci ha sempre contraddistinto. Tanto lavoro che poi ripaga, nel guardare la felicità degli alunni durante le escursioni organizzate nel periodo estivo, grazie ad un finanziamento di 40.000 euro a valere dei fondi Monitor 440.

Moltissimi i finanziamenti ottenuti, i sacrifici fatti nel partecipare a tutti i bandi restituiscono una scuola con tante risorse finanziarie, che siamo stati in grado di intercettare ed ottenere.

Sono state poste le condizioni per accedere ai fondi diretti europei con canali di finanziamento a cui poche scuole possono accedere; abbiamo aderito al GAL “Nebrodi Plus”; di fatto l’Istituto Comprensivo Brolo oggi è pronto per ottenere risorse mai viste prima, anche se già oggi è inserito in numerose reti nazionali, tutte con una copertura finanziaria a cui da singoli o con le precedenti reti territoriali non si era mai potuto accedere.

Primi dunque, distanti anni luce dagli altri. Oggi con le spalle forti e con un’organizzazione che garantisce non solo il regolare svolgimento delle lezioni ma soprattutto i risultati di cui forniamo i dati ufficiali contro la sterile propaganda di chi, con le parole, dice tutto ed il contrario di tutto. Molte le azioni e le progettualità, ne riporto alcune, le altre le troverete nei documenti per chi avrà la pazienza di leggerli, considerato che sono costituiti da molte pagine.

Verrà installato un armadietto per ogni alunno in ogni plesso, presupposto indispensabile per attuare le innovazioni didattiche delle aule laboratorio che possono effettivamente portare ad un miglioramento dei processi di apprendimento, con forti ricadute sui risultati. L’istituto si presenta all’avvio dell’anno scolastico con una dotazione informatica e tecnologica senza pari.

Tutti i laboratori informatici sono stati rinnovati ed aggiornati, con il meglio che offre oggi la tecnologia. I plessi di Via Dante e Via Roma a Brolo sono stati dotati di laboratori informatici,, mentre nel plesso di Pozzo Danile ne viene aggiunto all’esistente uno nuovo, aumentandoli a due. Viene mantenuto il laboratorio informatico del plesso di Ficarra, potenziato con tecnologie per accedere a distanza ai gemellaggi Etwinning.

A questi si aggiungono sei laboratori mobili con portatili e tablet, i dispositivi dedicati per la robotica educativa e per la realtà aumentata, che ora possono essere utilizzati anche nella scuola dell’Infanzia. E’ stata rinnovata la dotazione tecnologica degli uffici di segreteria e direzione e migliorati gli spazi di lavoro.

In corso il rinnovo globale degli arredi, partendo dalle sezioni della scuola dell’infanzia, e siamo pronti, in quanto abbiamo partecipato al bando  per il potenziamento delle reti cablate e wireless, alla sostituzione delle vecchie LIM con i monitor interattivi. Acquistati e in fase di montaggio gli arredi per le aule attrezzate all’aperto che verranno realizzate nelle pertinenze del plesso di Piazza Annunziatella a Brolo.

Cresciuta l’attrezzatura per la realizzazione dei saggi. La scuola oggi dispone non solo di un’amplificazione propria, dotata di quanto necessario per svolgere gli stessi al Palatenda quando tornerà disponibile, ma anche dell’impianto luci, con gli effetti scenici, di una macchina per le bolle di sapone e di una per il fumo.

Cresciuta anche l’attrezzatura mobile per i saggi in classe, con sei nuove casse amplificate, e acquistato quanto necessario per consentire ai piccoli plessi di partecipare alle iniziative del movimento piccole scuole.

Potenziati i laboratori scientifici su cui lavoreremo ulteriormente in questo nuovo anno, insieme a quelli musicali.  Rinnovate e potenziate le palestre, in particolare quella del plesso di Via Libertà, ora attrezzata per le attività coreografate di gruppo e per la ginnastica posturale.

Potenziata in generale l’attrezzatura sportiva con particolare attenzione per la scuola dell’infanzia. Con i fondi del Monitor 440 ci prepariamo, inoltre, a realizzare un laboratorio per lo studio della fotografia digitale e per il montaggio e riprese cinematografiche.Andiamo alla didattica, rispetto agli scorsi anni tutto è stato programmato e deliberato ad inizio anno, al fine di consentire ai docenti di organizzare meglio le loro attività.

Sono riconfermati tutti i compiti di realtà dello scorso anno, che tanto successo hanno avuto, dando visibilità alla nostra scuola in tutta Italia e non solo. Attualmente sono stati proposti come idea innovativa e sono allo studio dell’INDIRE (Istituto Nazionale, Documentazione, Innovazione, Ricerca Educativa)

A questi si aggiunge un Concorso di Poesie, che verrà svolto in gemellaggio con altre realtà territoriali distanti da noi.Vengono soppressi i coordinatori di classe e sezione, questo in quanto abbiamo riscontrato che il lavoro di questi organi collegiali di fatto veniva svolto da pochi docenti, invece in questo modo verrà ripartito tra tutti i loro componenti, consentendo a molti di loro di dedicare più tempo alla didattica.

All’interno degli stessi, verranno individuati dei referenti con cui le famiglie si potranno rapportare, fermo restando che sarà sempre possibile richiedere da parte di quest’ultime in qualunque momento un colloquio con gli insegnanti.Sono stati aboliti i compiti in classe nei tempi pieni e prolungati e potenziato, di conseguenza, lo studio assistito.

Le principali novità:

Aggiornamento annuale PTOF 2019-22:

  • Atelier scuola dell’infanzia

Revisione degli atelier previsti nel PTOF tenendo conto di tutta l’attrezzatura didattica disponibile nell’istituto che nel precedente anno scolastico si è arricchita in modo esponenziale.

 

  • Attività opzionali facoltative (Scuola Primaria tempo normale)

Le attività opzionali aggiuntive per classe passano da tre a una da dedicare alle seguenti attività: informatica, laboratori di lingue e laboratori musical

  • Laboratori tempo pieno potenziato (Scuola primaria tempo pieno)

Priorità assoluta allo studio assistito e in subordine programmare attività che non prevedono nessun onere a carico delle famiglie.

  • Ripristino unità oraria di lezione (Scuola secondaria di primo grado di Brolo)

Tenuto conto dell’emergenza sanitaria in atto e della disponibilità in organico ATA di collaboratori scolastici che, rispetto al precedente anno scolastico, sono stati ridotti, si prevede il ripristino dell’unità oraria di lezione di 60 minuti con funzionamento a partire dalla fine di ottobre su cinque giorni settimanali, sabato libero per tutti.

  • Progetti di ampliamento dell’offerta formativa

Al fine di semplificare le attività di questo istituto e ridurre la permanenza in aula e laboratori degli alunni, costretti per questo anno scolastico a tenere la mascherina per tutta la durata delle stesse, verranno messe in atto le seguenti azioni:

  1. Una riduzione sistematica dei progetti di ampliamento dell’offerta formativa extracurriculare.
  2. Il mantenimento di tutti quelli che trovano copertura finanziaria a seguito di avvisi e bandi.
  3. Il mantenimento e il potenziamento delle progettualità realizzate in rete con altre istituzioni scolastiche.
  4. L’abolizione di tutti i progetti curriculari che dovranno confluire nelle attività svolte dai singoli docenti, e che non dovranno avere, salvo casi eccezionali, allocazione di risorse finanziarie, sarà possibile usare tutta la dotazione strumentale dell’istituto.
  5. Il potenziamento di tutti i progetti e attività orientate all’acquisizione di competenze certificate.
  6. Il potenziamento delle attività e dei progetti finalizzate al miglioramento della lingua italiana (Progetto lettura, incontro con l’autore, incontro con l’editore, scrittura creativa, giornalismo, teatro, Storytelling, ecc.)
  7. Il potenziamento delle attività finalizzate alla coreutica e alla danza
  8. Il potenziamento di tutte le attività finalizzate alla creatività che privilegiano il riciclo e riuso di materiali ai fini delle acquisizioni delle competenze sociali e civiche e la mission di salvaguardia e tutela dell’ambiente (Quiling, Papercraft, Assemblaggi di oggetti, Collage, ecc.)
  9. Il potenziamento di tutte le attività di Outdoor Learning da svolgere all’aperto
  10. Il potenziamento delle attività sportive all’aperto o finalizzate alla correzione posturale e alla danza.
  11. Il potenziamento della attività finalizzate all’acquisizione delle competenze digitali, del pensiero computazionale e della robotica educativa.

 Programmazione attività alternative alla Religione Cattolica;

Al fine di ottimizzare i processi di nomina del personale incaricato su queste attività si prevedono le seguenti attività: 

  1. Laboratorio d’informatica
  2. Studio di uno strumento musicale
  3. Laboratorio di pittura e scultura
  • Compiti di realtà di sistema

Tenuto conto del successo della sperimentazione giunta al terzo anno si propongono i seguenti compiti autentici di realtà da svolgere in tutti gli ordini di scuola con l’estensione degli stessi ove possibile alle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie:

  1. Concorso giro, giro, tondo l’aquilone più bello del mondo
  2. Concorso un presepe a scuola
  3. Sua maestà il Salame #iocucino da casa master chef
  4. Maschere, pupi, marionette e filastrocche siciliane
  5. Concorso di poesia e scrittura creativa “Lissandra” in ricordo della poetessa Gisella Toscano
  6. Origami “Fiori di carta, un pensiero per la mia mamma”
  • Progetto di Istruzione Domiciliare

Viene riproposto con le stesse modalità dell’anno precedente

  • Progetto pedagogico-didattico per bambini anticipatari Scuola Infanzia a.s. 2021/2022

Viene riproposto con le stesse modalità dell’anno precedente

Verranno mantenute le lezioni di lingua inglese alla scuola dell’infanzia, la coreutica e lo studio dello strumento musicale alla primaria.

Tutte le attività sopracitate saranno a totale carico della scuola, senza oneri per le famiglie,

A queste ultime verrà richiesto solo il materiale di facile consumo utilizzato nelle attività didattiche quotidiane (colla, pennarelli, matite, colori, ecc.) sarà cura degli insegnanti ridurre al minimo il loro consumo, per gli studenti con reddito ISEE basso invece provvederà la scuola.

Tutti i plessi saranno dotati di fotocopiatore. Le fotocopie saranno a totale carico dell’istituto, in questo modo i docenti potranno avere a disposizione i materiali e le schede didattiche per poter svolgere al meglio il proprio lavoro.

Fermo restando le novità, rimangono immutate le iniziative dello scorso anno, come la certificazione Trinity, la certificazione ECDL, la biblioteca scolastica estesa a quella online di MLOL, i corsi svolti dall’associazione Music Art, i progetti lettura (#ioleggoperchè, libriamoci, incontro con l’autore) ai quali si aggiunge l’incontro con l’editore.

Stiamo lavorando inoltre per consentire al personale docente di accedere in forma agevolata alle certificazioni linguistiche, informatiche, ai master e percorsi accademici, compresa la laurea.

Una scuola nuova, fatta di concreto lavoro, senza fermarsi mai, ed il lavoro alla fine ripaga sempre. Tutti coloro che, con sterili polemiche e informazioni inesatte, cercano di offuscare le azioni intraprese, sono invitati a venire a collaborare con noi e alle parole far seguire i fatti. Il fare, che richiede impegno e fatica, non è così facile come il parlare.
Nell’augurarvi un buon anno scolastico, rivolgo il mio pensiero agli alunni, che sono e saranno sempre la motivazione che ci spinge a dare sempre di più. Un loro sorriso ripaga delle tantissime ore dedicate per rendere veramente grande questo istituto.

Bruno Lorenzo Castrovinci

Potrebbe piacerti anche

Trattamento dei rifiuti: Il convegno studio a Castiglione di Sicilia

Trattamento dei rifiuti: Il convegno studio di Castiglione