Istituto Comprensivo Brolo – Matematica grande passione

Istituto Brolo

Un istituto,novecento alunni, tante professionalità, immensi talenti, uomini e donne alla ricerca dell’innovazione, dell’avanguardia, di quell’essere primi che ti porta ad esplorare aspetti mai pensati fino a qualche anno prima di una didattica in continua evoluzione.
Una scuola ormai al centro del dibattito educativo nazionale, che tra le infinite attività intraprese cerca di tenere saldo il timone su ciò che conta davvero, su quelle competenze indispensabili per gli alunni per essere vincenti domani.
IMG-20210508-WA0043
E mentre gli altri gioiscono per i meritati successi nell’innovazione digitale, il comprensivo di Brolo cambia rotta alla ricerca di quei valori fondanti di un fare scuola che fa la differenza.
Un po’ per scrollarsi di dosso il luogo comune che innovazione didattica significa solo ed esclusivamente essere avanti nel digitale, quando invece il significato più profondo è passare da una didattica trasmissiva a nuove metodologie che possono consentire agli alunni di raggiungere dei risultati da protagonisti, amando lo studio.

Piano piano, con la lentezza che caratterizza la crescita delle cose piccole che diventano grandi, oggi, dopo solo due anni, il vento delle avanguardie comincia a soffiare nelle classi e nelle sezioni e si cominciano a raccogliere i primi frutti.
E se da un lato sono tornati i libri, la lettura, la scrittura creativa, con più della metà della popolazione studentesca scolarizzata che ha comprato e letto un libro consigliato dai docenti. Dall’altro continuano i successi nei campionati matematici nazionali, con due alunni: Contenta

Maria, della classe 3D e Pullella Giovanni, della classe 2C di Brolo. Entrambi hanno superato la selezione delle rispettive categorie C2 e C1 e si sono qualificati per la Finale Nazionale della prestigiosa competizione dell’università Bocconi di Milano che si svolgerà nel prossimo mese di settembre 2021.
Ma i successi non finiscono qui, nelle prove selettive svolte tra tutti quelli che non hanno avuto accesso alla semifinale i nostri alunni brillano riuscendo a conquistare le seguenti posizioni.

Categoria C1
Pintaudi Marianna, classe 2C 3° posto
Lo Presti Mattia, classe 2A 4° posto
Gaglio Giuseppe, classe 2C 5° posto
Ziino Gabriele, classe 2B 9° posto
Ricciardi Marzia, classe 1B 11° posto
Niosi Guido Alberto, classe 2C 14° posto
Calà Federica, classe 1A 19° posto

Categoria C2
Franchina Giulia, classe 3C 14° posto
Franchina Francesco, classe 3° 16° posto

E se Dacia Maraini, autrice di successo, è rimasta tanto colpita dalla passione per la lettura dei nostri ragazzi da donare cinquanta libri alla nostra biblioteca, continua il successo della promozione umanistica e musicale, con una piena partecipazione ad eventi e concorsi di cui si attende l’esito.

Sulle pagine di Scuola7, autorevole rivista specializzata nel mondo della scuola, il nostro istituto continua a fare scuola con la robotica educativa, mentre nella scuola dell’infanzia la Pedagogia della Lumaca di Gianfranco Zavalloni prende forma nell’Orto didattico, ormai prossimo ai primi raccolti, e nella realizzazione dei primi Atelier sui biotopi terrestri e marini, e le prime specie animali che arricchiscono i campi di esperienza di nuove e affascinanti opportunità.

Una scuola che vince ancora una volta e lo fa in quello che veramente conta, ovvero nello studio della matematica, della lingua italiana e dell’inglese, quest’ultimo ormai studiato fino dai primi anni della scuola dell’infanzia. E questo nonostante le tantissime attività, avviate e concluse, che abbracciano tutti i campi di conoscenza dell’essere umano.
Soffia il vento delle Avanguardie, così forte che ormai quello che due anni fa era solo un’utopia oggi è diventata una realtà.

Potrebbe piacerti anche

Rally / 12 giugno 2021Rally di Caltanissetta, domani al via con 63 equipaggi

Dopo le preliminari operazioni di verifica scatterà al