Gioiosa Marea – Si è svolto , venerdì 12 luglio, l’incontro sul marketing turistico territoriale

foto2

Si è svolto , venerdì 12 luglio all’Auditorio di Gioiosa Marea, un incontro sulle problematiche del turismo territoriale.
Erano presenti, al tavolo del dibattito, la dott.ssa Roberta Fonti, Consigliere comunale con delega ai Beni Culturali e moderatrice, il dott. Mario D’Agostino, esponente del mondo politico taorminese, il prof. Nino Versaci, esperto di marketing turistico territoriale e il Sindaco di Gioiosa Marea, dott. Ignazio Spanò.

La tavola rotonda era rivolta a tutti gli stakeholders del settore turistico: associazioni di categoria, tour operators, commercianti, albergatori, associazioni del territorio, esperti, ma anche a tutti i cittadini. L’obiettivo è quello di creare un network di operatori ed esperti con cui discutere ed attuare proposte di marketing turistico territoriale per il potenziamento dell’offerta turistica (e non solo) del nostro territorio.

Il tema principale dell’incontro prendeva spunto dal saggio di ricerca “La mia Taormina… un anno dopo” condotto dal prof. Nino Versaci nell’ambito del “laboratorio di marketing: Taormina”.
Analizzati e messi a confronto , durante il dibattito, le due realtà turistiche accomunate anche da un “rallentamento” legato ai tempi e alle nuove forme di turismo del territorio sulle sponde del Tirreno e dello Ionio.

Il Prof. Nino Versaci: – Il “rallentamento” legato ai tempi, alle nuove forme di turismo, ai diversi dati econometrici, insomma al cambiamento di quei valori che coniugano il successo non solo con i “numeri delle presenze”, bensì con la produttività che tali “numeri” determinano in termini di indici occupazionali, nuove imprenditorialità, iniziative di animazione che producono cultura, spettacolo, fidelizzazione e reddito. –

Non sono mancate alcune critiche al sistema turistico siciliano da parte di giovani che, conoscendo il settore in alcune realtà del sistema organizzativo di alcune agenzie di turismo, hanno messo in evidenza alcune pecche come , la poca conoscenza della lingua inglese e la poca dimestichezza con la computerized consultation  degli operatori.

Un incontro interessante la cui iniziativa voleva essere, sopratutto, foriera di nuovi incontri e essere da stimolo per altri futuri e fattivi confronti in sinergia tra le varie realtà economiche territoriali affinché si possa agire concretamente e valorizzare al massimo il settore del turismo del nostro territorio.

Nino Mirabile



Potrebbe piacerti anche

Christmas for Children : due automobili per i bambini alla cardiochirurgia pediatrica di Taormina per la sala operatoria

Christmas for Children: Progetto creato dalla D9 Srl,