Gioiosa Marea – Finto Carabiniere ed un complice truffano un donna. Con una telefonata avevano fatto credere che il figlio avesse procurato un sinistro stradale. Catanese arrestato dai Carabinieri

Carabinieri Gioiosa Marea

Finto Carabiniere prima telefona ad una donna per avvertire che suo figlio, residente nel Nord Italia, aveva avuto un incidente, poi il complice che si presenta davanti alla casa della vittima per riscuotere gli oggetti di valore pattuiti per risolvere la controversia, facendo credere alla malcapitata donna che il suo congiunto fosse trattenuto in caserma per aver procurato un’incidente stradale.

È quanto accaduto nel pomeriggio di ieri 4 luglio ad una donna di Gioiosa Marea, circuita da due malfattori della provincia di Catania, con precedenti penali, di cui uno è stato arrestato in flagranza e l’altro denunciato per truffa aggravata.
Nella circostanza, la donna, truffata dai 2 soggetti, aveva consegnato loro la somma in contanti di 4.000 euro.

Grazie all’immediata segnalazione al numero di emergenza 112 da parte dei residenti della zona, sulla presenza di un’auto sospetta e gli ulteriori accertamenti, i Carabinieri hanno subito individuato la direzione di fuga dei due malviventi ed intercettato il veicolo con la quale stavano fuggendo, bloccandoli nei pressi del casello autostradale della A/20 di Patti.

I due individui sono stati quindi sottoposti a perquisizione personale e trovati in possesso dell’intera somma di denaro fraudolentemente sottratta.

Potrebbe piacerti anche

Adeguamento depuratore Zappardino, pubblicata la gara: le offerte entro il 10 settembre

Il Commissario Straordinario unico per la depurazione ha