Landro – Ancora un tuffo nella cultura e nella tradizione contadina per la 9a edizione della “Festa della mietitura”

88a4a3e4-e035-4627-a815-45c3e8781309

“La raccolta del grano era nel suo massimo ardore. Il campo sconfinato di un giallo luccicante era limitato, solo da una parte, dall’altra, azzurreggiante foresta.
Tutto il campo era coperto di covoni e di gente.
Nell’altro folto grano si vedeva qua e la, sul campo mietuto, la schiena curva di una mietitrice, lo sbatter delle spighe, quando essa le prendeva fra le dita; una donna all’ombra e i covoni dispersi qua e la per la seminagione.
Dall’altra parte contadini ritti sui carri affastellavano i covoni e sollevavano polvere sul campo arso, rovente.”

3

Così Lev Tolstoj racconta “La mietitura” , questa l’atmosfera che si respira a Landro , una contrada di Gioiosa Marea, durante la 9a edizione della “ Festa della mietitura” organizzata dall’Associazione Culturale “La Spiga”.
Un tuffo nel nostro recente passato di cultura e tradizione contadina, ricordi d’infanzia, bambini che guardano con curiosità lo zio o il nonno mentre si accinge a tagliare con la falce le spighe di grano, festa e convivialità, questo succede a Landro.
I braccianti vestono abiti tradizionali e utilizzano gli indumenti e gli strumenti propri per la falciatura del grano: una lunga falcetta, accuratamente battuta e ogni tanto affilata dalla cote, un grembiule e copribraccio di tela pesante, “canneddi” (protezioni per le dita fatte con le canne). Il grano viene poi legato in fascine e ammucchiato per farlo asciugare fino al momento della trebbiatura”.

5

Tutt’intorno stands di prodotti agricoli autoctoni , cosmetici naturali a base di olio , erbe, ed  il classico stand dove si può degustare uno dei prodotti a base di grano, i “maccarruni” .

Musica tradizionale Siciliana, I Meliuso , con il loro folk, fanno da colonna sonora alla manifestazione, “ u friscalettu “ di Paolo Borà “canta”, diffondendosi per tutta la vallata.

Roberta Fonti, Presidente dell’Associazione Culturale “La Spiga”: ” Un ringraziamento ai mietitori Mario Ferlazzo, Giuseppe Calabrese, Nino Da Campo, Franco Cicero Catanesi, Calogero Villanti e Giovanni Da Campo hanno fatto vivere ai visitatori in prima persona la raccolta del grano fatta a mano con “fauci” e “canneddi”, come avveniva nelle campagne siciliane fino agli anni ’60.

f93ff535-ed72-4a7e-8ef9-03c591512a40

Anche quest’anno è stata un successo la gara di dolci fatti in casa, con delle prelibatezze degne della migliore arte pasticcera. Un ringraziamento alle partecipanti: Valeria Lenzo, Tina Lamonica, Nunziatina Bartolone, Francesca Lo Ricco, Cristina Papa, Gaia Fiorentino, Nella Cicero, Olga Da Campo, Luigina Calabrese, Nunziatina Sorbera, Rosetta Scolaro, Graziella Cafarelli, Laura Cammarata e Nunziatina Mastrolembo, che si è aggiudicata la vittoria.
Un ringraziamento va inoltre a tutti i nostri sponsor (macelleria Conti Roberto di Patti M., Pastificio Monica Papa di Gioiosa M., salumificio f.lli Fasolo di S. Angelo di Brolo, Giardina viaggi e l’agenzia La Perla delle Eolie di Patti, Tarnav navigazioni, Conad di Lisciandro, Cantine Amato, bottega tipica Il Buongustaio di Patti M., Elio’s Pizza nuova gestione di Gioiosa M., DDR TEC di Fabio Caleca, Tindaro Buttò calzature di S. Giorgio, panetteria Due Stelle di S. Giorgio, agriturismo S. Margherita, SiLegno, CoGeF, Antico Forno di Patti M., panetteria Euro 2000 di Gioiosa M., Daema srl di Montagnareale), ai Rangers di Gioiosa Marea, alla squadra di cuochi Salvatore De Luca, Salvatore Capizzi, Basilio Lupica e Tina Pití, agli espositori Maria Rita Cloe Cammarata,

c41ae3fb-51da-4d58-b51a-5118278f64f9

Francesca Molica, Giuseppe Buzzanca e la casa editrice Pungitopo che, su iniziativa dell’autrice Nunziatina Bartolone, donerà parte del ricavato della vendita dei suoi libri alle aziende di Patti e Gioiosa Marea colpite dagli incendi dello scorso 30 giugno. E ancora grazie all’amministrazione comunale per il patrocinio concesso all’iniziativa e, soprattutto, a tutto lo staff dell’associazione e ai collaboratori che hanno permesso ancora una volta la buona riuscita della manifestazione. Grazie infine a tutti i presenti. Ad maiora! ”


4

2
1f311aac-980f-43b4-9694-72e82340d975

3a85be66-22f5-419b-b57a-890e204efa0e

4fdbd3aa-ee04-48fc-9900-d64eeb6476ac

6d2c2257-22ce-4f13-ae5b-dda7451dc2b9

35f2f273-a1e7-4c7e-8a4f-e2bba288ab1b

61a0a8c9-3c2e-4a0e-a2cd-0cbc43d253bf

70c6b4fa-ddef-4c6a-a9ff-212b66b4ba30

 

294d98be-cfc6-4211-827e-372b3df9550d

 

e1a51db8-7762-4a54-b74a-04d31f93c287

 

Potrebbe piacerti anche

Al Majorana di Milazzo i primi diplomati dell’ex aeronautico della provincia di Messina

Cerimonia di consegna dei Diplomi e premiazione delle