Presentata alla stampa la XXXI sagra del pistacchio di Bronte dop

Conferenza stampa Sagra del Pistacchio di Bronte 2022_resized_3

BRONTE – (28 settembre 2022) – L’antico ed imponente fabbricato del Castello Nelson ha fatto da scenario alla conferenza stampa di presentazione della XXXI Sagra del pistacchio di Bronte dop.
Presente il sindaco, Pino Firrarello, insieme con gli assessori Maria De Luca e Angelica Prestianni.
Presente in videconferenza, trovandosi a Torino, anche l’assessore Nunzio Saitta.
Conferenza stampa Sagra del Pistacchio di Bronte 2022 - 6_resized_3
Con loro il segretario comunale Giuseppe Bartorilla ed i capi area del Comune insieme con il responsabile della I area Patrizia Orefice, organizzatrice della manifestazione.
E gli assessori, illustrando alcuni aspetti della Sagra, ne hanno evidenziato le caratteristiche. Maria De Luca ha sottolineato l’importanza della manifestazione “La Scuola alla Sagra del pistacchio”, Angelica Prestianni la gioia di organizzare tutto con il covid che fa meno paura e l’assessore Nunzio Saitta i principali aspetti di un programma che vede sabato sera 1 ottobre il concerto di Clementino, tanti spettacoli di grande rilievo e domenica 9 la grande e tradizionale torta al pistacchio da dividere ai golosi visitatori.

Ci sarà l’occasione anche per premiare e fare concorsi. Alla conferenza infatti era presente Ruggero Sardo che venerdì sera, dopo il taglio del nastro inaugurale alle ore 18 in viale Catania, condurrà il premio “Pistacchio d’Oro”.
Presente anche l’associazione “Zimè Lievitisti siciliani”, non solo organizzatori il 2 ottobre del “Concorso Panettone al pistacchio”, ma abili a dimostrare quanta maestria ci voglia per realizzare un buonissimo panettone.

Tanti gli ospiti. Fra le Forze dell’Ordine il dott. Filippo Buscema, capo dell’Ispettorato forestale di Catania.
“Abbiamo ripreso questa bella tradizione della Sagra del pistacchio – ha affermato il sindaco Pino Firrarello – Un lavoro complesso ma ben curato. Rendiamo onore a questo frutto piantato dagli arabi che caratterizza la nostra economia agricola. Il ricordo va a l’indimenticato Zino Petronaci che ha avuto l’idea della Sagra. Poi noi l’abbiamo trasformata nell’evento in grado di promuovere l’Oro verde in tutti i modi. Siamo pronti – ha concluso – ad ospitare tutti coloro che vorranno assaggiarlo e divertirsi con noi”.

Potrebbe piacerti anche

Bronte punta al risparmio energetico e sostituisce 2700 lampade della pubblica illuminazione

BRONTE – (2 dicembre 2022) – In gergo