Palischermo Santa Rita – Italia Nostra Presidio Nebrodi e Italia Nostra Territoriale: “…un primo passo importante ..”

Palischermo san giorgio

Italia Nostra Presidio Nebrodi e Italia Nostra Territoriale esprimono viva soddisfazione per il fatto che il loro recente appello a salvare il palischermo Santa Rita, ultima preziosa testimonianza dell’antica Tonnara di San Giorgio, è stato accolto dal Comune di Gioiosa Marea e dalla Soprintendenza di Messina, cui l’associazione aveva richiesto un urgente sopralluogo, nei giorni scorsi, per salvare il palischermo che rischiava di essere trascinato a mare dalle mareggiate.

A seguito del sopralluogo durante il quale sono stati effettuati saggi di scavo per verificare le condizioni del palischermo, viste le condizioni di pericolo, è stato deciso di trasportarlo al più presto in un luogo al riparo, ai fini della sua salvaguardia. Il palischermo verrà trasferito temporaneamente al Palazzetto dello Sport di San Giorgio di Gioiosa Marea in attesa di reperire i fondi per restaurarlo.

Si tratta di un primo passo importante, a parere dell’Associazione, attuato dalla nuova Amministrazione dopo decenni di abbandono e di degrado, che va nella direzione della tutela e della salvaguardia del bene culturale, vincolato nel lontano 1991 insieme a tutti gli altri beni mobili giacenti sulla spiaggia , divenuti nel 2006 proprietà del Comune di Gioiosa Marea che comprendevano, oltre al “Santa Rita” i due enormi palischermi “ San Giorgio “ e “ Vergine Maria” i palischermi “San Francesco”, “Cantuni” e “Caiccu”, tutti non più esistenti, oltre a circa 40 ancore e 60 galleggianti e a vari altri reperti custoditi allora all’interno dei magazzini dell’edificio abitativo dell’antica Tonnara.

Una volta messo in salvo il passo successivo consiste nel trovare i fondi per restaurare il palischermo che, essendo di proprietà comunale e , quindi, pubblica, potrebbero essere fondi regionali come è stato per il restauro della Tonnara Florio a Favignana o europei, come è avvenuto, ad esempio, con il restauro della flotta della Tonnara di Bonagia, nel comune di Valderice, reso possibile grazie a fondi europei nell’ambito del Piano di attuazione del Flag “Torri e Tonnare”.

Come già ribadito più volte da Italia Nostra, il recupero e il successivo restauro del palischermo caporais Santa Rita, ultima preziosa testimonianza di un’attività secolare, significa riscoprire l’identità di una comunità che per secoli si è identificata nella pesca e della lavorazione del tonno, presso la storica Tonnara di San Giorgio, una delle più importanti dell’intera provincia di cui, purtroppo, non rimane quasi più traccia sia nella memoria che nelle testimonianze più importanti costituite dai palischermi abbandonati ad un lento degrado nel tempo.

Sarebbe importante, pertanto, a parere dell’Associazione, una volta restaurato il palischermo, ricostruire la storia della Tonnara attraverso la catalogazione di tutti quei reperti che si trovavano esposti all’ interno della Pro Loco e che ora sono dispersi ma che se recuperati, insieme ad altri che potrebbero essere donati, potrebbero essere esposti ripristinando quello che è stato per anni un progetto inseguito ma mai realizzato, la creazione di un Museo della Tonnara, che potrebbe costituire non solo un motivo di grande attrazione turistica ma anche un modo tangibile per far rivivere la memoria storica di questo borgo marinaro che altrimenti andrebbe perduta per sempre.

Potrebbe piacerti anche

Gioiosa Marea: interventi di bonifica sul territorio comunale, rimossi rifiuti ingombranti abbandonati

L’Amministrazione Comunale di Gioiosa Marea ha compiuto in