Per il Campionato Siciliano Rally il rush finale a Tindari

FOTO

La sesta edizione della gara messinese, organizzata da CST Sport, chiuderà nell’imminente fine settimana la serie Regionale per auto storiche e moderne che nel 2021, nonostante le difficoltà, ha fatto registrare numeri congrui di partecipanti.

Roccalumera(ME), 26 novembre. Comincia domani il 6° Tindari Rally con le operazioni preliminari di accredito di equipaggi, team e addetti ai lavori e con lo shakedown che consentirà ai protagonisti di testare le vetture di gara su un tratto di una delle prove speciali del rally. Alla prova conclusiva del Campionato Siciliano hanno aderito ben 120 equipaggi 94 con vetture moderne e 26 con le storiche.

Il Delegato/Fiduciario Daniele Settimo ha commentato in proposito: “la serie regionale durante tutto il 2021 è stata molto partecipata e in particolare il numero così elevato di iscritti a fine stagione conferma l’apprezzamento per questa gara di grande fascino e organizzata con molta professionalità. La qualità degli organizzatori è decisamente un punto di forza anche per la nostra regione.

Dopo la finale nazionale del CRZ a Modena, dove la Sicilia ha schierato 16 equipaggi, cogliendo una prestigiosa piazza d’onore fra le regioni, in occasione di quest’ultimo appuntamento con i rally possiamo trarre un bilancio definitivo della stagione.

Bilancio certamente positivo, visti i numeri e che ci consentono di guardare favorevolmente al futuro. Nel 2022 infatti torneranno altre gare che hanno fatto la storia del rallismo regionale, per le quai si stanno definendo delle date adeguate. Siamo fiduciosi, quindi, che la prossima sia una stagione ancor ricca di numeri e di eventi almeno quanto quella che si avvia alla chiusura”.

Al via del 6° Tindari Rally saranno presenti diversi Campioni Regionali già acclamati e molti “piazzati”, mentre per alcune classi saranno proprio i chilometri finali messinesi a risolvere le contese.

Fra i già titolati spicca il giovane palermitano di Prizzi, Marco Pollara, uno dei big al via e protagonista del Campionato Italiano Rally Sparco, già campione di classe R5 e secondo nella classifica assoluta vinta con anticipo dal nisseno Roberto Lombardo, assoluto protagonista tra le Super 2000.

In classe R2B a suggellare la sua fantastica stagione ci sarà un’ altro giovane palermitano, lui di San Giuseppe Jato, Rosario Cannino che con la Peugeot 208 dovrà confrontarsi con tanti altri piloti emergenti su vetture identiche.
Disporrà ugualmente di una anche di una Peugeot 208 ma di classe R2C, Giuseppe Nucita che oltre a vincere il regionale da pilota, si è già fregiato nel 2021 del titolo italiano 2021 2 Ruote motrici a fianco del fratello Andrea.

Alla gara messinese fra gli altri già campioni anche il giovanissimo nisseno di Mussomeli, Salvatore Pio Cannella con la Peugeot 106 di classe A6, prima dell’ambito passaggio ad una vettura di gruppo R, come da lui stesso anticipato

Domani dopo le consuete operazioni preliminari di accredito, motori accesi per lo Shakedown che si disputerà sui 2,2 km iniziali della Prova speciale Moreri. Domenica alle 9.00 il via alla gara dalla zona industriale di Patti, sede dei riordinamenti e del Parco Assistenza. L’arrivo è previsto presso l’Agriturismo “ La Porticella alle 18 .30 dopo tre passaggi sulle due prove speciali la San Piero Patti di km.9,05 e la Moreri di km. 8,5

Potrebbe piacerti anche

Parchi eolici off-shore: no di Samonà

Parchi eolici off-shore al largo delle coste siciliane