Gioiosa Marea, amministrative 2021 – Alessandro Segreto: “…un passo indietro”

alesandro segreto

Buongiorno a tutti, Cari CONCITTADINI
Con la presente nota vorrei comunicarvi, a distanza di qualche giorno, dal mio primo comunicato, in cui ho espresso a voi tutti la decisione di candidarmi a Sindaco di Gioiosa Marea, che adesso, con dispiacere devo annunciare un passo indietro rispetto a questa coraggiosa e significativa decisione.

Con il messaggio di speranza e forza che ho lanciato giorno 2 settembre 2021 ho voluto fare capire non solo al mondo politico gioiosano, ma all’intero territorio e alla comunità tutta, che finalmente ci sono giovani dalla schiena dritta, pronti ad alzare la testa, a fare sentire la propria voce e mettersi in gioco per l’amore incondizionato della propria terra natia. Il vento sta iniziando a cambiare. Si comincia a respirare un fresco profumo di libertà che permette a ognuno di noi di camminare a testa alta, e compiere scelte da gente libera legata solo ed esclusivamente da un rapporto indissolubile con la loro terra e il loro popolo.

Dopo giorni di attente e serie valutazioni politiche, ho dovuto constatare che purtroppo, ad oggi, non ci sono le basi per lanciare una nuova e forte alternativa politica. La mia posizione, dopo questa difficile decisione, sarà comunicata con un’ulteriore nota e tutta la cittadinanza ne sarà messa al corrente a breve.

Concludendo, desidero ringraziare, dal profondo del mio cuore, tutti coloro che anche con un semplice messaggio hanno voluto esprimermi vicinanza e sostegno.

Determinazione, forza di volontà, senso d’appartenenza, passione, coraggio sono le caratteristiche principali che fanno parte della mia persona e che mi permetteranno di muovermi sempre e solo per il bene comune e per il profondo sentimento che provo verso Gioiosa Marea.

Camminerò a testa alta, oggi, domani… e per sempre! VIVA GIOIOSA, VIVA I GIOIOSANI

Potrebbe piacerti anche

Amministrative Patti – Il gruppo “La Patti che vorrei” sosterrà il candidato a Sindaco Giorgio Cangemi

Il gruppo “La Patti che vorrei” ha deciso