Villafranca Tirrena (ME): serata di intrattenimento abusiva con 200 persone. Sanzionati gli organizzatori

Screenshot_20210729-113655_Gallery

Villafranca Tirrena (ME): i carabinieri interrompono una serata di intrattenimento abusiva con 200 persone. Sanzionati gli organizzatori e disposta la chiusura del locale per 5 giorni.

Nel corso della nottata di mercoledì, in Villafranca Tirrena, i Carabinieri della locale Stazione CC, impegnati in un servizio di controllo del territorio, allertati da alcuni schiamazzi, sono intervenuti nell’aera denominata “Ex Pirelli” dove constatavano che, nel cortile esterno di una discoteca, erano stati allestiti tavolini ed uno spettacolo di pubblico intrattenimento. All’evento, del tutto abusivo, erano presenti circa 200 persone.

Pertanto, sono immediatamente scattate le verifiche amministrative da parte dei militari dell’Arma che, nonostante la ressa, riuscivano a rintracciare ed identificare gli organizzatori dell’evento, due messinesi di 45 e 36 anni. Gli stessi sono stati sanzionati ai sensi della normativa “anti-Covid” che, in questi casi, prevede la chiusura dell’attività per 5 giorni, estensibili dalla Prefettura per ulteriori 25.

Ancora, gli ulteriori approfondimenti condotti presso gli uffici Comunali con la collaborazione della Polizia Municipale hanno consentito di appurare ulteriori illeciti.

In particolare, ai due organizzatori è stata contestata la violazione amministrativa per avere organizzato uno spettacolo o trattenimento pubblico senza licenza, dal momento che non vi era alcuna autorizzazione da parte dell’Autorità di Pubblica Sicurezza allo svolgimento dell’evento, e

la contravvenzione, prevista dal codice penale, per l’apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento, in quanto l’apertura di luoghi aperti al pubblico per l’esecuzione dello spettacolo è risultata in contrasto con le prescrizioni dell’Autorità a tutela dell’incolumità pubblica.

Potrebbe piacerti anche

Brolo: arrestato 62enne per minaccia di morte la moglie

Nel corso della mattinata di sabato scorso, i