Estate Sicura: il cronoprogramma dei prossimi monitoraggi strutturali per le gallerie della A20

Screenshot_20210608-172403_Gmail

Ultimo mese di verifiche strutturali per le gallerie della A20 Messina-Palermo.
I controlli a setaccio promossi da Autostrade Siciliane, che mediante indagini geotecniche e georadar hanno il compito di svelare ogni minima défaillance delle strutture che possa determinare qualunque tipo di pericolo per i viaggiatori, saranno sempre guidati da tecnici qualificati e professori universitari.
Sotto l’esame delle onde elettromagnetiche andranno, da domani, 14 gallerie della carreggiata di valle.
Nel dettaglio: 

da giorno 9 sino alle ore 7.00 del 12 giugno, gallerie S. Stefano e Colonna (km. 131,700/134,700);

da giorno 14 sino alle ore 7.00 del 21 giugno, gallerie Piana, Guardia, Halaesa e Tusa (km. 135,733/143,720);

da giorno 23 sino alle ore 7.00 del 29 giugno, gallerie Piano Paradiso, Torre Finale e Cipollazzo (km. 144,860/151,300);

da giorno 1 sino alle ore 7.00 del 4 luglio, gallerie Cozzo e Minneria (km. 151,300/154,050);

da giorno 5 sino alle ore 7.00 del 12 luglio, gallerie S.Ambrogio, Lingenia e Carbonara (km. 155,150/162,700).

Per consentire i monitoraggi i tratti autostradali interessati saranno chiusi alla viabilità nella direzione verso Palermo e il traffico sarà deviato sulla carreggiata opposta, dove vigerà il doppio senso di circolazione. 

Infine, proprio a seguito dei riscontri maturati a seguito delle precedenti indagini, i tecnici di Autostrade Siciliane interverranno tempestivamente con lavori di manutenzione straordinaria e messa insicurezza sulla galleria San Biagio, sempre sulla A20 in direzione Palermo.

Pertanto, dalle ore 23 del 13 giugno e sino alle ore 9.00 di giorno 19, rimarrà interdetta al traffico la carreggiata autostradale (lato di valle) tra i km. 32,686 e 34,288. Il traffico sarà deviato sulla carreggiata opposta (in direzione Messina).

Potrebbe piacerti anche

“Sicilia Bedda”, dipinto di Carmela Natoli , scelto dalla Pro Loco di Gioiosa Marea

Sicilia bedda Questo il titolo del dipinto realizzato