Controlli nei settori avicolo, carne suina trasformata, lattiero caseario e biologico: denunciate 3 persone

Screenshot_20201222-095129_Word

Nelle decorse settimane, i Reparti Tutela Agroalimentare (RAC), unitamente ai Nuclei Investigativi di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) e alle Stazioni dei Gruppi Carabinieri Forestali, sul territorio nazionale, hanno eseguito controlli presso 72 aziende del settore agroalimentare.

Lo scopo è stato quello di mirare alla circolazione di cibo sano e sicuro, in un periodo di aumento di acquisti alimentari nella prospettiva della tradizionale convivialità natalizia, ancorché contingentata dalle necessarie misure anti-Covid. L’azione dei Carabinieri della Tutela Agroalimentare è altresì protesa alla salvaguardia dell’intero settore produttivo dell’enogastronomia nazionale, eccellenza distintiva del nostro Paese.


Nel corso dell’operazione sono state denunciate 3 persone per frode in commercio e sequestrati 454 kg di alimenti. Tra questi – per mancanza di rintracciabilità – 85 kg di prodotti caseari e 340 kg di carne suina congelata.
Contestate sanzioni per 18.500 euro.

Roma, 22 dicembre 2020

Potrebbe piacerti anche

Covid, gli avvocati OCF: “Uniformare i vaccini”

L’epidemia da Covid-19 ha colpito in modo particolarmente