Brolo – Parte il progetto “Arcobaleno” rivolto alle fasce più deboli

Comune di Brolo©gioiosatoday

Amministrazione Comunale di Brolo, Protezione Civile e Croce Rossa in sinergia per venire incontro ai “nuovi bisogni” di natura psico-sociale amplificati dall’emergenza sanitaria in atto. Nasce così il progetto “Arcobaleno” proposto dall’associazione di volontariato di Protezione civile e dalla Croce rossa Italiana-Comitato Tirreno Nebrodi e subito sposato dal Comune di Brolo.

Lo scopo è quello di creare uno sportello polivalente, accessibile a tutti i cittadini brolesi, in cui un assistente sociale del Comune e uno psicologo individuato dalla associazioni garantiranno gratuitamente un livello essenziale di assistenza ed informazione, oltre che di orientamento, consulenza ed informazione rispetto ai differenti bisogni psico-sociali espressi dai cittadini.

Le attività dello sportello si svolgeranno presso una sede messa a disposizione del Comune di Brolo e l’accesso sarà libero e gratuito, previo appuntamento attraverso un numero dedicato.



Nel dettaglio, il progetto “Arcobaleno” garantirà servizi alle persone che vivono in condizioni di disagio, avvierà “Spazio Famiglie”, un servizio di accoglienza e ascolto dedicato alle famiglie dei bambini con disabilità, individuerà bisogni in ambito territoriale e attuerà una compiuta progettazione in ambito socio-assistenziale.



Le attività del progetto si integreranno con gli interventi dell’ufficio servizi sociali e dell’assistente sociale al fine di attuare una adeguata programmazione psico-sociale e per dare riscontro adeguato e professionale anche al cosiddetto “bisogno sommerso” di tanti cittadini che, per mancanza di risorse personali ed economiche, non possiedono adeguata capacità di problem-solving e di risoluzione delle difficoltà.



L’Assessore ai Servizi Sociali Tina Fioravanti, che, insieme al Sindaco Laccoto e all’intera Giunta, ha subito accolto l’iniziativa delle associazioni evidenzia “l’importanza di questa attività in un periodo delicato per tutti, ma particolarmente per le fasce più deboli che rischiano di pagare il prezzo più alto dell’emergenza che è anche economica e sociale”.



L’Assessore Fioravanti porge “un sentito ringraziamento per il lavoro svolto con competenza e passione dall’assistente Sociale Stefania Saitta e un plauso alle associazioni della Protezione Civile e della Croce Rossa, per l’impegno proficuo svolto in ambito sociale e per la validità del progetto “Arcobaleno” che rappresenta una valida risposta a beneficio dell’intera collettività brolese”.

Brolo, 03/12/2020

Potrebbe piacerti anche

TikTok: Federconsumatori Sicilia plaude al provvedimento del Garante Privacy

La Rosa: verificare l’età dell’utente per tutte le