TRICHORUS BAND – Esce martedì 7 luglio in radio e digitale L’ARTE NON CONTA

20200706_185512

Condividi

Dal 7 luglio sarà disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “L’ARTE NON CONTA”, nuovo brano dei TRICHORUS.
Il brano, dal titolo provocatorio, mette in evidenza l’importanza che in generale l’arte rappresenta culturalmente per il nostro Paese. “Da qui – hanno spiegato i componenti della band – nasce l’idea di lanciare musicalmente un grido d’allarme per tentare di salvarla da un inesorabile destino di declino”.

Il progetto porta alla luce i disagi che gli artisti vivono in Italia (disagio che è sicuramente emerso agli occhi di tutti con la pandemia del Covid 19 , ma che è senz’altro, una realtà che riguarda da sempre il mondo dell’arte) .
Il singolo, ha lo scopo di invitare la gente che conta (gli uomini che governano il paese e tutti quelli che , in qualità di organizzatori, ricoprono ruoli con poteri decisionali) a valorizzare il settore artistico in tutte le sue forme, creando e pianificando concretamente una forma di tutela a beneficio di questo settore e di tutte le figure professionali che ne fanno parte .

Il videoclip ufficiale di “L’Arte non conta”, diretto da Salvatore Silvio, è stato interamente girato presso il teatro greco di Tindari quale luogo simbolo della cultura, non solo teatrale. Un segnale per indicare la necessità di una maggiore attenzione per chi svolge l’attività artistica per lavoro e non solo per passione, evidenziando l’importanza che l’arte, in tutte le sue forme, è indispensabile per l’uomo anche se, ad uno sguardo distratto, potrebbe sembrare superflua e non fondamentale. “L’arte -hanno concluso i componenti della band – è un bene di prima necessità dal punto di vista educativo, culturale, morale ed economico e non può passare in secondo piano”.

Biografia
I Trichorus sono: Nino Silvio (Chitarra e voce), Salvo Silvio (Batteria), Carmelo Vecchio (Tastiere)

Il gruppo, oggi conosciuto come Trichorus, è la naturale prosecuzione del progetto Kilimangiaro band, nato nel 2000 quando i fratelli Salvo e Nino Silvio e la cugina Tania Ruvolo vincono una selezione nazionale ed accedono a Rai 3 nella trasmissione “Alle Falde del Kilimangiaro” come gruppo stabile del programma condotto da Licia Colò, dove sono rimasti per ben 13 anni.
Durante il periodo del lockdown il trio ha partecipato con esibizioni a distanza al programma Tv “Il mondo insieme” condotto da Licia Coló su TV2000.
Da alcuni anni il gruppo si è anche dedicato a produzioni inedite tra cui il brano “Allora Che fai”, brano che è stato scelto per una campagna nazionale di sensibilizzazione per la sicurezza stradale.

Condividi

Potrebbe piacerti anche

Assenze Medici Pronto Soccorso Ospedale di Barcellona, l’A.S.P. di Messina scrive alla Procura della Repubblica

La Direzione Generale dell’A.S.P. di Messina di concerto