Gioiosa Marea – #iorestoacasa – Tradizioni popolari, storie e miti della nostra terra video-raccontati dal Prof. Marcello Mollica

Schermata 2020-05-01 alle 12.04.16

Dal 2 aprile, il sito Gioiosatoday ospita degli incontri quotidiani con il Prof. Marcello Mollica sulle tradizioni popolari, storie e miti della nostra terra. È il nostro modo per contribuire, sia pur in piccolo, ad alleviare i disagi causati a tutta la comunità dall’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. Gli incontri saranno condivisi anche sul nostro gruppo Facebook.


Con la 30^ lezione di “ Storie e miti di Gioiosa Marea “ è terminata la prima parte dei racconti di Marcello Mollica – Marcello ha voluto salutare e ringraziare tutti coloro che ci hanno seguito.

30^ lezione) – Del primo insediamento stabile nella contrada di San Giorgio parte seconda
29^ lezione ) – Del primo insediamento stabile nella contrada di San Giorgio (parte prima)
28^ lezione ) – Sulla nascita dell’attuale chiesa di San Giorgio e del quando divenne sede parrocchiale
27^ lezione ) – Di quanto sia falsa ogni notizia storica sugli scontri tra San Giorgio e Gioiosa Marea
26^ lezione ) – Di quando nottetempo il marchese Forzano trasportò le campane delle Matrice da Guardia a Ciappe di Tono
25^ lezione ) – Del fonte battesimale che il marchese Forzano fece abbattere e dell’arciprete Pisano che inutilmente si oppose
24^ lezione ) – Del come i giojosani comperarono la terra su cui costruire Gioiosa Marea
23^ lezione ) – Del vero motivo per cui si ricostruì Gioiosa Guardia a Gioiosa Marea e non a San Giorgio

23^ lezione ) – Del vero motivo per cui si ricostruì Gioiosa Guardia a Gioiosa Marea e non a San Giorgio
22^ lezione ) – Della falsa storia del precipitoso abbandono di Gioiosa Guardia
21^ lezione ) – La discesa della statua di san Nicola da Gioiosa Guardia nel racconto di Giovanni Gaetani
20 ^ lezione ) – La discesa della statua di san Nicola da Gioiosa Guardia nel racconto di Giuseppe Forzano Natoli
19^ lezione ) – Come e perché san Nicola divenne protettore delle due Giojose
18^ lezione ) – Dell’Ottava di Pasqua (parte prima)

17^ lezione ) – Della traslazione della Chiesa di Santa Maria da Guardia a Ciappe di Tono (parte seconda )
16^ lezione – Della traslazione della Chiesa di Santa Maria da Guardia a Ciappe di Tono (parte prima)
15^ lezione – Dei marinai milazzesi che entrarono nella Chiesa di San Giorgio con le reti
14^ lezione – Il Carnevale del 1965: di come per un carro di fiori cadde la Giunta Comunale
13) lezione – Del come i fascisti gioiosani volevano fermare le truppe alleate a Capo Calavà
12^) lezione – Della nascita del Circolo Roma a Giojosa Marea
11^) lezione – Del Muro detto ‘di Garibaldi’ a Calavà

10^ lezione ) – Del Tempio di Diana che si dice costruito sul promontorio di Capo Calavà
9^ lezione ) – Il sito archeologico di Gioiosa Guardia: Agatirno?
8^ lezione ) – La Gioiosa del 1804, simbolo di speranza e vocazione turistica
7^ lezione ) – “La vallata dello Zappardino nella descrizione di Carl Grass nel 1804″
6^ lezione ) – Del tesoro che si dice nascosto nelle profondità di Monte Castelluccio
5 ^ lezione ) – La leggenda della pietanza a base di testicoletti di gallo offerti al Re dal Marchese

4^ lezione ) – L’altare di Santa Maria delle Grazie
3^ lezione ) – Il quadro di Santa Barbara
2^ lezione) – Il Malu passu di Calavà
1^ lezione ) – La storia della rocca di Calavà
Introduzione – Storie e miti di Gioiosa Marea raccontate dal prof Marcello Mollica

Potrebbe piacerti anche

Il Parco archeologico di Tindari presenta la seconda edizione de “Il Sorriso degli Dei”

Ritorna l’atteso viaggio tra storia, archeologia, arte, paesaggi