All’Ospedale di Patti in sperimentazione le maschere da sub del Decathlon trasformate in maschere cpap ospedaliere

Immagine

E’ importante reperire le maschere subacquee della Decathlon, possono essere modificate e adattate a maschere respiratorie di tipo cpap.
Si tratta di strumenti utili a salvare delle vite umane attraverso le quali, infatti, si eviterebbe di intubare tanti pazienti in età avanzata che potrebbero essere assistite rimanendo svegli e sarebbero utili anche per tutte quelle persone che rischierebbero gravemente se dovessero essere intubate.
Alessio Papa ha già prodotto, con l’ausilio della stampante 3D e con la consulenza del dott. Padalano, anestesista dell’Ospedale Barone Romeo di Patti, un prototipo di maschera di tipo cpap.

Ce ne spiega il funzionamento il dott. Ignazio Patalano, anestesista, la dott.ssa Mariella De Florio, responsabile del Reparto di Rianimazione  e il dott. Gaetano Crisà dirigente medico.

 

Potrebbe piacerti anche

L’Area Marina Protetta “Capo Milazzo”, il Comune e la Pro Loco al TTG di Rimini

Le bellezze del Promontorio e dei Fondali apprezzate