Gioiosa Marea – Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19

Ignazio Spanò

Condividi

COMUNE DI GIOIOSA MAREA – ORDINANZA SINDACALE del 10-03-2020

Oggetto:  MISURE  URGENTI  IN   MATERIA  DI  CONTENIMENTO  E  GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19.

IL SINDACO

Visto il  decreto-legge 23 febbraio 2020,  n.    6,  recante «Misure  urgenti in materia di contenimento e   gestione della Pemergenza epidemiologica da COVID-19» e, in particolare, l’articolo 3;

Visto  il  decreto  del   Presidente  del  Consiglio   dei   ministri   23 febbraio  2020,   recante «Disposizioni attuative del   decreto-legge  23 febbraio 2020,  n.  6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 23 febbraio 2020;

Visto  il  decreto  del Presidente  del  Consiglio  dei  ministri   25  febbraio  2020,   recante «Ulteriori   disposizioni   attuative  del  decreto-legge 23 febbraio 2020,   n.   6,  recante misure  urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 47 del25 febbraio 2020;

Visto il  decreto del  Presidente del Consiglio  dei  ministri  1° marzo 2020,  recante «Ulteriori disposizioni attuative del  decreto-legge 23 febbraio  2020,   n.  6, recante  misure   urgenti in   materia   di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da  COVI D-19», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 52 del1o marzo 2020;

Visto il  decreto del  Presidente del  Consiglio  dei  ministri  4 marzo 2020,  recante «Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n.  6, recante misure  urgenti  in materia  di  contenimento  e  gestione  dell’emergenza  epidemiologica da   COVID-19, applicabili   sull’intero territorio  nazionale», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 55 del 4 marzo 2020;

Visti i decreti del  Presidente del Consiglio  dei ministri  8 e 9 marzo 2020,  recante «Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n.  6, recante misure  urgenti  in materia   di  contenimento e  gestione dell’emergenza epidemiologica da  COVID-19, applicabili sull’intero territorio  nazionale»;

Considerato  che l’Organizzazione mondiale della sanità il 30  gennaio  2020  ha dichiarato l’epidemia da COVID-19 un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale;

Vista  la  delibera  del  Consiglio   dei  ministri   del  31 gennaio 2020,  con  la  quale   è  stato dichiarato, per  sei  mesi,  lo stato di emergenza sul  territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti vira li trasmissibili;

Tenuto  conto dell’evolversi    della situazione epidemiologica e    del carattere particolarmente  diffusivo della epidemia, nonchè  dell’incremento  dei  casi  sul  territorio nazionale, oltre  ancora al rischio contagio proveniente da ambiti territoriali prossimi al territorio comunale di Gioiosa  Marea   (casi  già accertati di  positività  al coronavirus nella provincia  di Messina);

Preso atto  che  il  Presidente della  Regione Sicilia, giuste Ordinanze no 3  e 4 dell’8 marzo 2020,  in aggiunta alle  misure di cui al  D.P.C.M. 08.03.2020 ha ordinato l’osservanza di misure  ulteriormente restrittive finalizzate al contenimento  dell’evolversi della situazione epidemiologica;

Ritenuto  necessario assumere ogni  misura  di contrasto alla  diffusione del  virus COVID-19 negli  ambienti di lavoro  della  Residenza Municipale e di tutti gli altri  edifici  di  proprietà comunale in cui vengono svolte attività ed  erogati servizi  connessi alla pubblica amministrazione;

Dato atto  che  il  personale dipendente del  Comune di Gioiosa  Marea, nello  svolgimento delle  proprie mansioni, interagisce quotidianamente  con un numero molto elevato di persone, in quanto negli  uffici comunali converge un afflusso di persone non  limitato alla sola  utenza, ma esteso a tecnici,  manutentori, fornitori, collaboratori ovvero f unzionari appartenenti ad altre amministrazioni; ragion per cui, è fondato il timore che  gli  uffici comunali possano divenire un luogo di veicolo  del contagio diffuso ed incontrollato;

Tenuto  conto  che   negli   uffici  comunali  non   è  possibile effettuare i dovuti  controlli preventivi circa gli ambiti di rispettiva provenienza delle persone, a cui deve aggiungersi lo stato   vetusto  degli   edifici   in   cui   viene    svolta  l’attività  amministrativa, che per caratteristiche  strutturali  e   rispettiva dislocazione, non consentono  un  controllo igienico-sanitario adeguato alla problematica;

Vista la Direttiva   no 1/2020  Presidenza  del   Consiglio   dei   Ministri   DFP  0012035  del 25.02.2020 ed,  in particolare, l’art. 3, secondo cui «al fine di contemperare l interesse alla salute  pubblica  con  quello  alla continuità dell’azione amministrativa, le amministrazioni in indirizzo,  nell’esercizio  dei  poteri  datoriali, privilegiano modalità flessibili  di svolgimento della prestazione  lavorativa, favorendo tra  i destinatari delle misure ilavoratori portatori di patologie che rendono  maggiormente esposti  al contagio, i  lavoratori che si avvalgono di servizi  pubblici  di trasporto per  raggiungere  la sede lavorativa,  i lavoratori su cui grava  la cura dei figli  a seguito dell’eventuale contrazione dei servizi  dell’asilo  nido  e della  scuola dell’infanzia.

Le amministrazioni sono invitate, altresì, a potenziare  il ricorso a/lavoro agile, individuando modalità semplificate e temporanee di  accesso alla  misura con  riferimento al personale complessivamente inteso, senza distinzione di categoria di inquadramento e di tipologia di rapporto di lavoro».

Ritenuto  di dovere estendere ed  applicare per  alcuni  dipendenti del  Comune di Gioiosa Marea la modalità di lavoro agile  (c.d.  smart-working), anche in assenza di un accordo individuale, attraverso   l’esibizione di  una  semplice  autocertificazione  predisposta  dal dipendente stesso, ovvero di procedere alla concessione o, comunque, favorire periodi di congedo  ordinario o   di  ferie,   sino alla previsione  di  una   adeguata  turnazione dei dipendenti dell’amministrazione comunale, finalizzata a garantire che  in ogni  ufficio non vi sia la contestuale presenza di un numero eccedente le 2 (due) unità lavorative.

Ravvisata  l’importanza di  garantire in  ogni caso   l’erogazione  di  tutti i servizi  pubblici essenziali, senza contrazione alcuna di nessun comparto, prestando una  maggiore e  più incisiva  risposta alle  esigenze della  collettività ed,  in  particolare, delle fasce più  deboli, appare opportuno implementare il servizio dell’URP   e P. M. (rispettivamente tel.  No 0941 363326  – 0941 363334) per   raccoglie re  ed   evadere quanto  più  possibile  le istanze dell’utenza.

Visto l’art. 50 del D.Lgs. 18 agosto 2000, no 267

ORDINA

per i  motivi  contingibili ed  urgenti meglio  descritti in narrativa, sino all’emissione di  un successivo provvedimento di revoca della  presente, che  in ciascun ufficio del Comune di Gioiosa  Marea  non  potranno prestare la propria opera più di no 2 (due) dipendenti contemporaneamente,  nel  rigoroso rispetto dei  seguenti criteri  di  organizzazione  del lavoro, ad   eccezione  dei casi in  cui  la  capienza  dell’ufficio consenta  ad  un numero maggiore di unità il rispetto d elle distanze di curezza previsti  di sucitato DPCM: i   Responsabili  di  Setto re  sono  tenuti a  riorga nizza re  gli  spazi   negli   uffici  al  fin e di consentire a l massimo la possibilità di ris petto d ella  distan za minima  di sicurezza, che in ogni  caso non  potrà essere inferiore a metri  2 (due), ed  in ogni  ufficio  dovranno essere presenti prodotti forniti  dall’dall’Amministrazione per  la disinfestazione e l’igiene minima personale, in linea con  le prescrizioni del  D.P.C.M.;

  1. viene immediatamente disposto ed  attivato nei  confronti dei  dipendenti che verranno individuati dal  segretario comunale, sulla scorta delle  priorità e necessità dell’Ente,  la modalità di lavoro agile (c.d. smart-working);
  1. avvicendamento  programmato del personale dipendente di ruolo assegnato agli uffici comunali;
  1. al personale addetto ai servizi esterni è fatto assoluto divieto di utilizzare i veicoli di proprietà comunale, nello svolgimento delle  relative mansioni, unitamente ad  altro dipendente comunale e/o altro passeggero, fatta sola eccezione – per  ovvie  ragioni  di servizio e  di funzione – per  il   personale appartenente al Corpo  di Polizia Municipale;
  2. il Responsabile del Settore   Amministrativo ed Affari Generali,  in collaborazione con  l’assistente Sociale  professionale predisporrà ogni  utile iniziativa  diretta e finalizzata a individuare per  il  tramite  dell’ufficio servizi sociali  tutte le persone appartenenti alle fasce deboli che  necessitano di l’assistenza  individuale (anziani  soli,  persone  con   disabilità)  al  fine di verificare ulteriori necessità individuali cui si farà  fronte con  ogni risorsa;
  1. sono sospese le attività pubbliche dell’ Antiquarium e Auditorium comunale e al contempo, disposta la chiusura al pubblico dei locali  della biblioteca comunale e dell’ufficio turistico;
  1. si dispone la chiusura al pubblico di tutti gli uffici comunali, stabilendo la continuità dei servizi  demografici e del  protocollo esclusivament e,  previa prenotazione telefonica o telematica ai seguenti recapiti:

Uff. Anagrafe  0941/363330 email anagrafe@comunegioiosamarea.it

Uff. Stato Civile 0941/363331  email statocivile@comunegioiosamarea.it

Uff. Protocollo e URP 0941/363362 email  protocoll o@pec.comunegioisamarea.it uffici ourp@comunegioiosamarea.it

l   periodi di assenza dal servizio dei dipendenti dell’amministrazione comunale, in ragione delle  superiori  misure   contingibili ed  urgenti, ch e  sono state adottate al  solo   fin e  di contenere il fenomeno epidemiologico da COVID-19, costituiscono servi zio prestato a tutti gli effetti di legge e, comunque, possono alternativamente considerarsi come permessi retribuiti per e mergenza, ai sensi di legge.

DISPONE

che copia della presente venga inviata a:

al Prefetto di Messina;

alla locale Stazione dei Carabinieri  di Gioiosa Marea;

al Commissariato di Polizia di Patti;

a tutti i Responsabili di Settore;

al Corpo di Polizia Municipale.

 

DISPONE

che,  alla presente ordinanza venga  data  pubblicità mediante pubblicazione sul  sito istituzionale del Comune di Gioiosa Marea  e con affissione all’Albo  Pretorio, oltre  alle convenzionali forme.

Contro la presente  Ordinanza è  ammesso,  nel termine  di  6o   giorni dalla data di pubblicazione  all’Albo Pretorio Comunale,  ricorso al TAR di Catania, oppure  in  via alternativa, ricorso al  Presidente della  Regione Sicilia, da  proporre entro il termine di gg. 120 dalla data  di pubblicazione.

IL SINDACO

F.to Dr. Ignazio Alfonso Spano’

Condividi

Potrebbe piacerti anche

I Sindaci del D.S. n° 30 : “gravi ritardi nel fornire l’esito dei tamponi effettuati dall’Usca”

Patti- Brolo – Ficarra – Floresta – Gioiosa