Sarà conferito, all’artista Filippo Puglia, il Premio Internazionale Città di New York nella sezione dell’ arte contemporanea

213d9ab5-1988-4a74-8c42-cb890252a8be

Condividi

Definire un artista é qualcosa di assai difficile. Senz’altro a parlare è l’arte, espressione di un sentire, percepisce i suoni, i profumi, identificarli in una strofa, in un disegno. Un’ artista porta con se il bello delle cose…che anima ed a cui da contezza… …lucentezza d’ artista.
Non si può rimanere silenti di fronte ad opere che conquistano, che evocano, che inducono, che permettono di fare introspezione. Dentro un’artista ci sono tante componenti e le più variegate hanno l’essenza dell’ inusuale. Non tutti sono artisti completi, ma il territorio di Gioiosa Marea vanta certi nomi che sono per la comunità stessa motivo di orgoglio. Vien fuori in punta di piedi l’eclettico artista Filippo Puglia, un pout pourri d’ arte fatta bene. Dipinge, costruisce, progetta, scrive, fotografa. Ed arriva, pertanto con se questo enorme bagaglio, ricolmo di sola esperienza.

Foto-mia
Filippo Puglia

Filippo, dopo essersi dedicato quasi esclusivamente alla pittura per qualche anno, quest’anno ritorna alla scrittura e lo fa in grande stile.
L’ultima sua partecipazione a un premio letterario risale infatti al 2016 quando partecipò al Premio di poesia Alda Merini ricevendo il premio come poeta finalista di quell’edizione con la poesia “Infinite Facce”.
Il poliedrico artista, come dicevamo, ritorna alla scrittura, ma non tralascia questa volta la pittura che lo vedrà sbarcare nella grande Mela nel prossimo giugno. Gli appuntamenti non terminano qui, infatti, nel corso dell’anno vi saranno altre date importanti per la crescita artistica di Filippo. Ritorna in grande stile perché ottiene due finali a due Premi di poesia.

Lo storico Premio Habere Hartem, ideato e diretto dalla Aletti editore e giunto alla sua XX edizione, lo vede protagonista tra gli autori finalisti il prossimo 21 marzo con la poesia “Il Prossimo, tuo fratello”. “Il Potente” è la poesia scelta per la finale di giugno del prestigioso Premio Il Tiburtino. Un Premio in cui avrà il privilegio di poter collaborare con il candidato al premio Nobel Hafez Haidar. Il curatore dell’opera “Le mille e una notte” edito dalla Mondatori, Hafez Haidar insieme al poeta Giuseppe Aletti cureranno, infatti, l’introduzione della raccolta che sarà disponibile verso la fine del prossimo mese di giugno.
Non possiamo pubblicare ancora le due poesie perché devono rimanere segrete fino al termine dei due concorsi.

Premio Internazionale Città di New York, un prezioso riconoscimento che vuole rendere omaggio alle più importanti espressioni artistiche nazionali, ai Maestri che si sono distinti nel tempo e a coloro che oggi donano un importante contributo all’arte Contemporanea. Un esclusivo tributo al tuo operato e alla creatività Italiana.
Espone a New York, nella prestigiosa Galleria White Space Chelsea, ove  gli sarà conferito il Premio internazionale Città di New York.
L’esposizione sarà dal 24 al 27 giugno.
Questa è l’opera che verrà esposta
213d9ab5-1988-4a74-8c42-cb890252a8be

Condividi

Potrebbe piacerti anche

Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto, il laboratorio verso uno spettacolo-evento sperimentale l’allestimento di “Romeo e Giulietta”

Barcellona Pozzo di Gotto – Gli allievi hanno