Bronte ha festeggiato i 107 anni di nonna Lucia Castiglione

Nonna Lucia con i nipoti ed il sindaco

BRONTE – (25 gennaio 2020) – Avere 107 anni e sentirli appena. Non è assolutamente retorica. Nonna Lucia Castiglione di Bronte ha festeggiato la sua bella età in buona salute e partecipando attivamente alla festa organizzata dai nipoti nel residence per anziani che la ospita, il San Vincenzo De Paoli di Bronte, gestito dalla cooperativa Eracle diretta dalla dottoressa Tiziana Tardo.
Nonna Lucia, infatti, ha ricevuto gli auguri dialogando con tutti ed ha scartato i suoi regali senza essere assolutamente aiutata. Poi ha recitato una poesia che conosce praticamente da 100 anni, perché l’ha imparata quando ne aveva 7 ed ancora ne ricorda perfettamente i versi, e quando in sottofondo ha sentito la melodia di “un mazzolin di fiori”, non ha resistito ed al microfono ha cominciato a cantare, anche con una buona intonazione.

E’ stato tutto questo la festa per i 107 anni della nonna fra le più longeve d’Italia, Lucia Castiglione, attorniata dall’affetto dei suoi nipoti. Nonna Lucia, infatti, da sempre casalinga, non ha avuto figli ed ha riservato il suo affetto ai figli delle sue 3 sorelle e 2 fratelli, che purtroppo non ha più.
Alla festa hanno partecipato il sindaco, Graziano Calanna, gli assessori Chetti Liuzzo e Cristina Castiglione ed il consigliere comunale Angelica Catania. Presente anche il sindaco dei ragazzi di Bronte, Noemi Costanzo, appena eletta assieme agli assessori dei ragazzi Alice Corsaro e Giulia Cordaro.

Potrebbe piacerti anche

Lotta agli sprechi e alle inefficienze all’ASP di Messina, focus su spesa farmaceutica e presidi ortopedici

Le risorse economiche destinate alla Sanità, in un’ottica