Sequestro Caronte & Tourist: federconsumatori plaude al lavoro della magistratura

Traghetto_Caronte_&_Tourist_Tremestieri

Condividi

Palermo, venerdì 10 gennaio 2020
La Rosa: temiamo disservizi nel periodo estivo
A meno di un mese dall’arresto del sindaco di Villa San Giovanni Giovanni Siclari e di Antonino Repaci e Calogero Fimiani, rispettivamente presidente del Cda e amministratore delegato Caronte & Tourist Spa, Federconsumatori Sicilia prende atto che la nota compagnia di navigazione è tornata al centro delle cronache giudiziarie, questa volta per il sequestro di tre navi: la Pace, la Caronte e la Ulisse. Secondo la Procura di Messina, infatti, le tre navi non sarebbero a norma per il trasporto dei passeggeri con ridotta mobilità.

Federconsumatori Sicilia plaude al lavoro dei finanzieri di Messina e Palermo e della Procura, finalizzato ad accertare che tutti i passeggeri, anche quelli con difficoltà a deambulare come gli anziani e i disabili, possano usufruire del servizio e viaggiare in sicurezza.
Tuttavia, Federconsumatori prende anche atto del fatto che questo doveroso sequestro potrà avere gravi conseguenze sulla qualità (e soprattutto la quantità) dei trasporti dalla Sicilia alle isole minori e al resto d’Italia. Le tre navi sequestrate, di proprietà di Caronte & Tourist Isole Minori spa (ex N.G.I.), oltre che per il tragitto Trapani – Egadi (oggetto dell’indagine) vengono usate anche per quelli tra La Maddalena e Palau e Palermo e Ustica.
La compagnia di navigazione, negando ogni responsabilità, afferma che il servizio di navigazione da e per la Sicilia non subisce al momento alcun cambiamento ma, se la situazione giudiziaria non si sbloccherà a breve, Caronte & Tourist rischia logicamente di arrivare all’estate con tre navi in meno nella flotta.

“Abbiamo già assistito più volte (anche pochi giorni fa, durante l’ultimo ponte di inizio novembre e durante l’esodo e il controesodo natalizio) a lunghe file di auto incolonnate in attesa di imbarcarsi sulle navi di Caronte & Tourist – spiega il presidente di Federconsumatori Sicilia, Alfio La Rosa – e temiamo che ciò possa diventare più frequente nelle prossime settimane. Quantomeno agli imbarchi per le tratte coperte dalle tre navi sequestrate che, arrivata l’estate, con tre navi in meno difficilmente potranno essere coperte al 100%. Ci auguriamo che l’azienda prepari e metta in atto un adeguato piano per scongiurare questo rischio o molti viaggiatori potrebbero restare a terra, con tutte le logiche conseguenze sui viaggi estivi che in molti stanno già prenotando con largo anticipo, per risparmiare”.

Federconsuamtori Sicilia ricorda a tutti i viaggiatori che è possibile segnalare eventuali disservizi, e ricevere assistenza in merito, contattando lo Sportello nazionale SoS Turista al numero 059/251108 oppure rivolgendosi ad una delle sedi territoriali della nostra associazione. L’elenco delle sedi di Federconsumatori Sicilia è disponibile all’indirizzo Web: http://www.federconsumatorisicilia.it/sedi/

Condividi

Potrebbe piacerti anche

Gioiosa Marea – Positivi al Covid19 – Due turisti in isolamento domiciliare

Si comunica che nella serata di ieri si