11 equipaggi difenderanno i colori Nebrosport all’importante appuntamento invernale del Tindari Rally

Profeta

Sant’Angelo di Brolo 15 novembre 2019- Sarà l’edizione numero cinque per il Tindari Rally che tra le tante scuderie partecipanti non poteva non contare sulla massiccia presenza della Nebrosport. Il team santangiolese si presenta con l’abito delle occasioni importanti e schiera un ‘roster’ di tutto rispetto per il rally che avrà luogo nel fine settimana del 16 e 17 novembre 2019.
Nella gara casalinga che grazie all’organizzazione della CST Sport vedrà oltre 100 iscritti, la Nebrosport lancia ben 11 alfieri a dare sicura battaglia in pista.

Primi ad entrare nella prova notturna saranno i neo campioni assoluti di coppa di zona Carmelo Galipò e Tino Pintaudi su Skoda Fabia R5. L’equipaggio santangiolese è pronto a risalire in macchina con un solo obiettivo: l’assalto decisivo al campionato siciliano, visto che in questo momento occupa la seconda posizione in classifica assoluta.
Tullio Danzì segue in ordine di partenza in coppia con Simone Gullo. Il driver librizzese, ancor più determinato dopo il secondo posto di classe dello Slalom di Castell’Umberto, prenderà parte alla gara su Clio Williams di classe A7.

In RS 1.6 PLUS troviamo i neo campioni di coppa di zona di classe Nino Miragliotta ed Elisabetta Franchina, dopo il secondo di classe e di gruppo ottenuto all’ultima edizione del Rally del Tirreno. Anche per questo fine settimana scenderanno in pista su Peugeot 106.
Sarà poi il turno di Gianfranco Starvaggi in coppia con Francesco Rossello su Peugeot 205 di classe A5. Se nello slalom Quota Mille il pilota sampietrino aveva sfoggiato una grande prova sfiorando la top ten della generale, anche al Tindari Rally cercherà di ripetere il buon momento.

Il duo ormai consolidato e composto da Giuseppe Leonte e Francesco Vercelli sfiderà la velocità al volante di Peugeot 106 di classe N2. Nella precedente apparizione al Rally dei Nebrodi avevano messo in atto una prova di spessore con il primo posto di classe, rientrando perfettamente nella top ten assoluta.
Per il secondo anno consecutivo Pierpaolo Pintaudi e Ivana Manfrè si presentano con voglia e tanti buoni stimoli al Tindari Rally. Al volante di Peugeot 102 di classe N2, vorranno mettere un ulteriore tassello alla loro crescita, partendo dal buon risultato della passata edizione.

Dopo un anno di assenza torna sui campi di gara Nicola Midili in coppia con Marco De Luca su Peugeot 106 di classe N2 ultima gara. Anche il pilota pattese aveva partecipato lo scorso anno alla gara di casa con uno sfortunatissimo ritiro per guasti meccanici, ma adesso è pronto a riscattare la sfortuna della scorsa stagione.
A seguire la francesina Peugeot 106 di classe RS 1.6 con cui Francesco Di Stefano e Andrea Adamo sfideranno le prove pattesi, grazie alle grandi potenzialità che il driver torrese ha intenzione di mostrare nel weekend imminente.

Dopo il primato ottenuto con merito in classe nel Rally del Tirreno, Salvatore Scibilia e Maurizio Agostino si ripresentano sugli asfalti roventi del Tindari Rally al volante di Alfa Romeo 147 RS 2.0. Per l’esperto alfiere torrese sarà una sfida senz’altro stimolante.
Ultima vettura del sarà quella del pattese Santo Fallo in coppia con l’amico Tindaro Casella. Sulle strade di casa, la coppia ha scelto di puntare sulla fida Fiat 500 per fare una gara concentrata in classe RS 1.1150.

Tra le auto storiche, invece, unico alfiere per la Nebrosport sarà ancora una volta Maurizio Calabria in coppia con la giovanissima figlia Delia. Lo scorso anno per la loro R5 Turbo era stata un’edizione memorabile che li aveva visti conquistare ben 3 trofei. Quest’anno, in classe E4, l’obiettivo sarà così quello di continuare il percorso di crescita iniziato proprio un anno fa su questi asfalti.
La manifestazione, prevista nei giorni 16 e 17 novembre, si articola su 8 prove per un totale di 71,5 Km cronometrati.

Potrebbe piacerti anche

Pace del Mela (ME): in casa hashish e marijuana – Arrestati due giovani per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Sezione