Antonino Genovese, secondo al premio Giallo Mondadori con un racconto ambientato a Gioiosa Marea

Nino Genovese 3

Antonino Genovese, classe ’84, anestesista con la passione per l’algologia e scrittore di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), direttore artistico del Gioiosa Book Festival, conosciuto per la saga per ragazzi “Il Nonno è un pirata”: Il diadema la lancia e l’uncino (presentato al premio Strega Jr 2017) e Il Guardiano del tempo (2019), conquista il secondo posto tra i finalisti del prestigioso premio letterario per racconti inediti “I Sapori del Giallo” in collaborazione con il Giallo Mondadori e diretto da Luigi Notari.
La cerimonia di premiazione si è tenuta il 14 settembre presso la sala consiliare del comune di Langhirano (Parma) in occasione della sagra del Prosciutto di Parma. Il racconto dello scrittore barcellonese è ambientato a Gioiosa Marea (ME) e si intitola: “La morte in uno specchio’’.

La trama in sintesi: una scrittrice famosa viene avvelenata. Muore durante la presentazione del suo libro dopo aver mangiato una granita caffè con panna e brioche.
Il maresciallo Giuseppe Di Francesco, reduce da Nassyria, indaga per scoprire chi è il vero assassino in un susseguirsi di colpi di scena fino a raggiungere il colpo di scena finale che spiazza anche il lettore di gialli più accanito.
‘Arrivare secondo è per me un grande traguardo che dedico a chi ha sempre creduto in me, ma in maniera speciale a mio cognato Francesco, prematuramente scomparso. È stata l’ultima delle mie storie che ha letto. Questo premio è per me uno stimolo per migliorarmi. Il punto di forza della storia è sicuramente l’ambientazione. La Provincia con i suoi colori è per me motivo di grande ispirazione.’

Potrebbe piacerti anche

Barcellona P.G – Martedì 29 ottobre 2019, ore 9:30, incontro pubblico delle Associazioni antiracket e antiusura siciliane

Barcellona P.G, Auditorium parco urbano Maggiore La Rosa,