In scena , al Teatro F. Borà di Gioiosa Marea, la prima serata della rappresentazione teatrale ”Emmanuele”

20181222_231129

Condividi sui nostri Social

La prima serata della rappresentazione teatrale ”Emmanuele”
La Natività messa in scena proprio per il Santo Natale, ripercorre le fasi salienti della Nascita di Gesù Bambino.  La rappresentazione é  stata seguita con interesse e commozione, fra gli applausi scroscianti e lo stupore. Organizzata dal Circolo Arci per la regia di Pippo Princiotta, avvezzo a questo tipo di manifestazioni religiose,  ha voluto regalare la vera essenza del Natale, assieme al corposo numero di attori protagonisti, creando un’ atmosfera piena di pace; momenti suggestivi e pieni di Amore. La scenografia realizzata dalla bravissima Caterina Otera, le cui mani sono un dono prezioso fatto dal Buon Dio e la suggestione che hanno creato le musiche, scelte dal bravissimo Giovanni Ricciardi, hanno reso tutto impeccabile.

“ECCO IL DIO CHE VIENE

Il Dio che si fa carne.
Il Dio che nasce in una mangiatoia.
Il Dio che annuncia ai pastori la sua nascita.
Il Dio che nasce da una donna povera
Il Dio che mangia con pubblicani e perdona prostitute.
Il Dio che guarisce chiunque, anche in giorno di sabato.
Il Dio che privilegia gli assetati, affamati ignudi,
malati e carcerati
Il Dio che lava i piedi.
Il Dio che piange, soffre e ha paura di “morire”.
Il Dio insultato, flagellato e frustato
Il Dio appeso ad una croce come un autentico malfattore.
Il Dio che ha tanto Amore, per ogni peccatore”.

di Giuliana Scaffidi

Condividi sui nostri Social

Potrebbe piacerti anche

Cala il sipario sul 63° Tindari Festival e la kermesse si conferma un grande successo

Tindari – Più di diecimila spettatori in quasi