Sequestrata un’isola ecologica del comune di Oliveri per violazioni nella gestione della raccolta dei rifiuti

Seuqestro CC FALCONE

Condividi

I Carabinieri della Stazione di Falcone, nella mattinata odierna, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di un’area di circa 700 mq adibita a centro di raccolta rifiuti del Comune di Oliveri.
Il provvedimento di sequestro, emesso dal Tribunale di Patti, su richiesta del Pubblico Ministero D.ssa Alice Parialò, Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Patti,

è scaturito dalle indagini svolte, nel mese di settembre, dai Carabinieri di Falcone che, anche a seguito della segnalazione di un’associazione ambientalista del luogo, hanno accertato violazioni della normativa ambientale da parte degli uffici comunali preposti relativamente alla gestione ed al trattamento dei rifiuti nelle cd. “ecopiazzole” all’interno dell’isola ecologica.

In particolare, i militari hanno verificato uno ammasso incontrollato di rifiuti all’interno dell’area, rilevando la presenza di cumuli disordinati ed indifferenziati di rifiuti di varia natura, depositati “a cielo aperto” ed esposti agli agenti atmosferici.

Condividi

Potrebbe piacerti anche

Festival “Autunno in Musica”: a Castroreale il concerto “Duo di Fisarmoniche”

Domenica 25 ottobre 2020 alle ore 18:30. L’evento