La Gioiosa Marea di Giuliana Scaffidi

villaggio-villa-giulia-gioiosa-marea-costa-saracena-sicilia--1024x680

Gioiosa Marea sorge a 2 km. Dal traforo di Capo Calavà, anch’essa nota località turistica, facente parte del Comune di Gioiosa, in una lussureggiante cornice di oliveti e di agrumeti.
Gioiosa è un centro dal nome suggestivo.
Il termine “Gioiosa “che deriva dal sostantivo “gioia“ sta ad indicare la felice posizione in cui sorge l’abitato.

E’ veramente “gioiosa “questa località, così civettuola nella policromia delle sue case; così leggiadra nella lussuosa dei suoi alberghi, così ebbra di verde, di luce, di mare, di splendore.
A 10 km da questo ridente paesino, sulla vetta del monte Melluso, a 795 metri sul livello del mare, sorgono i resti di Gioiosa Guardia, città fondata da Vinciguerra d’Aragona, il quale la dotò di una Torre d’osservazione e di avvistamento (oggi cadente), che chiamò “Oppi dum Guardia Iosa “.
Dal 1782 al 1813 avvenne l’abbandono totale dell’antica città.
Tale abbandono ebbe diverse cause, prima fra tutte il terremoto del 5 Febbraio del 1783, la mancanza di acqua potabile, l’inadempienza dei mezzi di comunicazione, l’invasione delle cavallette.

gioiosa marea

Gli abitanti si stabilirono lungo la costa, e precisamente nel luogo in cui oggi sorge Gioiosa Marea, diventata cittadina all’avanguardia, l’antesignana dei tanti buoni prodotti, ma non agro-alimentari.
Una cittadina da vendere come prodotto unico ed esclusivo. Gioiosa Marea ha un pregevole panorama ed i tramonti che donano raggi di luce infinita.
All’entrata del paese di Gioiosa, dirimpetto al Belvedere, da cui si ammira l’immensa distesa del mare, che accompagna, per un buon tratto, le “smerlettature” della costa, fino alla punta di Capo d’Orlando, si apre la Villa Comunale, coi suoi bei multicolori, dai caratteristici balconi a colonnine e con i suoi smaglianti fiori variegati e coloratissimi, allietati dalle molli linee delle palme maestose.

19274843_479384075734697_5111261335750519084_n

L’abitato è attraversato dalla via Umberto I, col suo monumento ai caduti e con la sua ricchezza di bar, sempre più eleganti e ben curati nei particolari, con annesse pasticcerie e di negozi da cittadina. Gioiosa è ricca di chiese, dove sono custoditi quadri, statue ed altre opere, che facevano parte del patrimonio artistico di Gioiosa Guardia.
Imponente la Chiesa Madre, da ammirare, così come la Chiesa di Santa Maria dentro la quale vi sono le statue del Gabini, raffiguranti la Madonna Assunta e la Madonna del Carmelo.

La spiaggia col suggestivo scenario, con i suoi monti, che scendono a picco sul mare, specchiandosi, di una trasparenza cristallina. D’estate la spiaggia è meta di innumerevoli turisti e villeggianti, provenienti da ogni parte dell’Isola, della Penisola e dall’Estero. Gioiosa Marea è un piccolo gioiello, incastonato in uno dei più suggestivi paesaggi dell’Isola, dirimpetto alle Isole Eolie.

SpiaggiaGioiosaMarea

L’immenso scenario del mare, calmo, limpido, rende ancora più bella Gioiosa, bella tutta, civettuola fra gli alberi ed i fiori, che al visitatore dà l’impressione di trovarsi in una minuscola città-giardino.
La vera bellezza di Gioiosa è data dai suoi tramonti. Al calar del sole una pioggia di luci scende e le acque si colorano di tinte inverosimili.

gioiosamarea5

Questa è la Gioiosa che AMO tanto, di cui sono sempre stata profondamente innamorata, il paese dell’aria festosa, il paese dai mille sorrisi, il paese che si culla sognando nel ritmico sciacquio delle onde di un mare limpidissimo.
Qui il turista, oltre a godere del verde perenne dei giardini, della suggestività e della spaziosità delle vedute, del cospicuo patrimonio artistico custodito nelle chiese, può bearsi del caldo sole mediterraneo che offrono le spiagge, dei meravigliosi tramonti sul mare e delle altre molteplici attrattive che fanno di questa località, un “Diamante del Tirreno”

Il Murgo, dalla Tradizione in Gusto

Quanta strada sta facendo la trasformazione della Tradizione in Gusto!
Giuliana Scaffidi inventa ed innova l’arte culinaria con un prodotto che è di tutto gusto:il primo piatto ” Il Murgo “, trasformando la tradizione in gusto. Pietanza, diventata oggi, Il Piatto Tipico Gioiosano.
Il Murgo nasce come maschera tipica Gioiosana; ecco l’origine della trasformazione.

Giuliana Scaffidi
Giuliana Scaffidi

L’eclettica Giuliana, piena di idee e soprattutto piena di Amore per la sua Gioiosa mette in cantiere questo progetto.
Inizia con il primo piatto, poi la provola, poi il pane ed infine gli squisiti cannoli, preparati sapientemente da mani artistiche. “L’intento è stato quello di dare un distintivo a Gioiosa, facendo si che la stessa potesse essere antesignana ancora Perchè Gioiosa si distingue, creando una unicità ed un prodotto commerciale esclusivo che, deve diventare promozione turistica!”.
L’idea di Giuliana, unica nel proprio genere, ha creato un riconoscimento per Gioiosa Marea.
Il piatto ” Il Murgo “, adesso è sulla tavola dei ristoranti gioiosani più pregiati e tende a diffondersi.
E’  stato il piatto più gustato dell’ultimo anno. E non solo dai paesani. Ma la poliedrica Giuliana non si è fermata solo a questo. Dopo aver ” radunato ” i pasticceri, i baristi, i panettieri, i ristoratori, ed avendo subito tutti accolto la sua pregevole idea, ha creato il Pane, il Dolce, la Provola, ( quest’ultima a forma della maschera ) a breve uscirà l’Aperitivo ” Il Murgo “.
Non poteva che centrare il meglio, anche se la vulcanica Giuliana non intende fermarsi qua!
Vuole realizzare un Festival denominato il Murgo. Un festival che stuzzicherà l’appetito e la curiosità… per farlo diventare un’evento. Unico.
murgoLa gastronomia, oggi, è un punto di forza, che diventa qualità del prodotto, dove Gioiosa continua ad avere la centralità assoluta.
Il Carnevale Gioiosano, caratterizzato da sempre da originalità, innovazione e coinvolgimento, unico nel proprio genere dove la goliardia regna sovrana, da sempre è stato definito come il  “ Carnevale più Distinto “ della Sicilia, ricco di storie, tradizione e cultura .
L’idea è stata quella d’innovare lo stessa tradizione cercando, puntare in alto, realizzando un prodotto da gustare, facendo riferimento all’arte culinaria nostrana, tipica del territorio.
Il tutto dedicato alla Maschera del Carnevale Gioiosano
Creando un nuovo piatto gastronomico, ognuno con la propria inventiva e la propria esperienza, affiancato a del pane che possiamo far diventare caratteristico, con la degustazione di prodotti tipici a forma di “Murgo”.
E per finire un Nuovo Dolce Simbolo “Il Murgo”.
Tutto questo affinchè ciò che è citato diventi una Specialità Tipica Gioiosana.
Questo è un occhio di riguardo, che Gioiosa Marea deve avere, per una così solenne tradizione, facendo in modo che tutto il nostro Patrimonio Culturale venga valutato come merita.

Potrebbe piacerti anche

Maria Grazia Cucinotta madrina al 13° Edizione Premio Solidarietà 2024, Isola Di Vulcano (Eolie) il 20 E 21 luglio

15 luglio – Maria Grazia Cucinotta, Enzo Decaro,