Gliaca di Piraino, Festival del culto e della cultura: “Questo è solo l’inizio”, insieme per valorizzare il territorio

20170605_122731

Gliaca di Piraino 5 giugno 2017

Nella Sala dei Congressi del Museo Siciliano delle Poste si è tenuto il meeting “Festival del culto e cultura” con la partecipazione dei rappresentati delle Amministrazioni dei Comuni e di vari settori economici dell’hinterland legati al turismo. Il meeting rientrava nel Progetto dell’AFEIP “ Dai Tinderiati alla Madonna Nera “ per la valorizzazione del turismo religioso su territorio nebroideo.

20170605_115631

Brevi ma esaustivi disquisizioni di carattere informativo introdotti dal Presidente dell’AFEIP Ing. Rosario Mollica e della responsabile del Progetto dott.ssa Rosalba Mollica hanno fatto da apri pista agli altri interventi specifici riguardo l’intero progetto .
Dall’aspetto storico-artistico del territorio nebroideo raccontato, dal Prof. Antonio Matasso , docente di Beni Culturali all’Ateneo di Palermo, ed il

20170605_121119

suo excursus sulla “ingerenza” dell’arte greco-bizantina in Sicilia e , nella fattispecie, su quella del nostro territorio , segue l’interessante intervento della dott.ssa Arianna Giardina antropologa a delinearne l’aspetto storico-religioso che , attraverso il culto della Madonna Nera lega indissolubilmente tutto il territorio dei Nebrodi dal’800 ad oggi.
E’ stato compito della dott.ssa Natalia Carianni illustrare , infine, i pacchetti turistici realizzati che toccano tutti e 17 paesi del Progetto , pacchetti basati su itinerari turistici religiosi capaci di soddisfare ogni richiesta.

 







20170605_125529
20170605_121904

20170605_124437

20170605_133105

20170605_134113

20170605_132611

20170605_132107

20170605_125716

20170605_125619

20170605_125542

20170605_094000

Potrebbe piacerti anche

Il pianista Gianfranco Pappalardo Fiumara il 25 novembre ritirerà alla Columbia University di New York il prestigioso ‘Callas Tribute Prize’. “Porterò a New York il nome della Sicilia”.

Il pianista ripostese Gianfranco Pappalardo Fiumara volerà a