Capo d’Orlando: La fognature di Scafa e San Gregorio nel Patto per il Sud già da settembre

Scafa

Nessun “ripescaggio” o “riammissione” nel Patto per la Sicilia dei progetti per il completamento della rete fognante di Contrada Scafa e il rifacimento della rete fognante nei pressi del porto di contrada Bagnoli.
I due interventi sono stati inseriti nel Patto per la Sicilia già nel mese di settembre 2016, come si può evincere dalla lettera inviata al Sindaco Franco Ingrillì dal Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta (e che si allega al presente comunicato).
“Non è stato necessario alcun intervento ulteriore – commenta il Sindaco Ingrillì – il procedimento sta seguendo il suo normale iter. Gli uffici sono già al lavoro per presentare entro i termini previsti i progetti già approntati durante la precedente Amministrazione e che adesso devono essere adeguati alla normativa e corredati del crono programma delle fasi attuative. Ringrazio i consiglieri che mostrano di avere a cuore interventi tesi a migliorare la qualità della vita dei cittadini, ma mi piacerebbe che rivolgessero la loro attenzione a progetti ancora da finanziare, come magari quello per la difesa della spiaggia”.
Nel Patto Per la Sicilia, sottoscritto il 10 settembre ad Agrigento, è stato inserito il secondo lotto di completamento della rete fognaria di Scafa (per un importo di di due milioni mezzo di euro) e il rifacimento della rete fognaria nelle località porto turistico – Villa Bagnoli – San Gregorio centro (per un importo di 800mila euro).

Capo d’Orlando, 20/03/2017

Potrebbe piacerti anche

Santo Stefano di Camastra (ME): arrestato un giovane per maltrattamenti

Arrestato un giovane dai Carabinieri per maltrattamenti con