Gioiosa Marea: avviato il servizio di refezione scolastica, un servizio di qualità

img-20170109-wa00002

Il servizio di refezione scolastica, per tutti gli alunni frequentanti le scuole del Comune di Gioiosa Marea, è stato avviato a decorrere dal 26 settembre 2016. Il servizio si è contraddistinto, in questi mesi, per l’ottima qualità dei pasti serviti dovuta all’utilizzo di derrate alimentari di prima scelta acquistate sul territorio comunale e cucinati nel centro cottura comunale allestito presso il plesso della scuola media-centro.

img-20170109-wa0000

Il personale, tutte donne e mamme, lavora con professionalità e dedizione, sempre disponibile ad accogliere eventuali suggerimenti provenienti dai genitori, dai docenti e dai bambini, diretti a migliorare e rendere più gustosi i pasti offerti.
Da qualche settimana, il servizio di refezione per gli alunni che frequentano il plesso della scuola media di Gioiosa-centro avviene senza che il pasto venga confezionato, con un ulteriore miglioramento della gradevolezza dei cibi che vengono preparati nella cucina appositamente attrezzata, attigua ai locali del refettorio ed i pasti serviti immediatamente.
Convocata per Giovedì 19 Gennaio, dall’Assessore alla Pubblica Istruzione Carmelita Lisciandro, la Commissione Mensa. La Commissione Mensa ha compiti propositivi e di controllo, ed è composta dai genitori eletti rappresentanti di classe e dai docenti individuati dal Dirigente scolastico, partecipano inoltre ai lavori della Commissione, l’Assessore alla Pubblica Istruzione, un referente (la cuoca) del servizio di refezione e il Funzionario del Settore. Le indicazioni, come già avvenuto negli anni scorsi, provenienti dalla Commissione Mensa saranno prontamente accolti qualora possano contribuire a migliorare ulteriormente l’appetibilità dei pasti e la qualità del servizio.
Il pasto, preparato in conformità alle tabelle dietetiche approvate dall’A.S.P. Servizio di Medicina Scolastica, è composto da: primo, secondo, panino, contorno, frutta per un costo unitario per buono-pasto di euro 1,12. Per i bambini appartenenti a famiglie in situazioni di disagio socio-economico è previsto l’ esonero dal pagamento.

Potrebbe piacerti anche

Parchi eolici off-shore: no di Samonà

Parchi eolici off-shore al largo delle coste siciliane