Gioiosa Marea: Incremento delle fonti rinnovabili, efficienza energetica, esigenza energetica e ricaduta economica

20161028_165047-1

Ridurre le emissioni di gas serra del 20 %, alzare al 20 % la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili e portare al 20 % il risparmio energetico: il tutto entro il 2020.
E’ questo in estrema sintesi il contenuto del cosiddetto “pacchetto clima-energia 20-20-20” varato dall’Unione Europea.
L’esigenza energetica, le fonti rinnovabili, la riduzione dell’emissione di CO2, la tutela dell’ambiente e gli aspetti economici sono sicuramente importanti ma l’aspetto sociale diventa fondamentale.
Modalità e procedure di ammissione ai finanziamenti di progetti che prevedono innovazione e riduzione di consumi energetici.
Questi, in sintesi, gli argomenti che sono stati trattati ieri a Gioiosa Marea durante il convegno su “Le opportunità nel settore energetico: dai fondi comunitari agli incentivi nazionali”.20161028_164835-1

Sono intervenuti:
Nicola Barbalace, Capo di Gabinetto Vicario Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità;
l’Ing. Francesco Cappello, dirigente ENEA di Palermo;
Dr. Domenico Santacolomba, dirigente del Dipartimento dell’Energia dell’Assessorato Regionale all’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità;
l’Ing. Maria Grazia Giardina Papa, Assessore del Comune di Gioiosa Marea .

Partendo dal PAES , il quale non è altro che un bilancio dell’emissioni in termini locali del raggiungimento della riduzione dell’emissioni e quindi un piano anche di incremento delle fonti rinnovabili che dovrebbe permettere il raggiungimento, al livello locale, del “pacchetto clima-energia 20-20-20” dettato, appunto, dall’Unione Europea”, si arriva fino alle problematiche legate all’aspetto energetico in Sicilia.
Per quanto riguarda le fonti rinnovabili, in Sicilia, gli obiettivi intermedi energetici già nel 2012 sono stati addirittura superati grazie anche ai fondi messi a disposizione dall’Unione Europea.
Sono degli interventi di installazione di fonti rinnovabili come il fotovoltaico, l’eolico ed il trattamento della biomassa che possono portare lavoro non solo in fase di 20161028_165009-1istallazione ma anche in fase di esercizio manutentivo.L’Ing. Francesco Cappello, dirigente ENEA di Palermo: “ se guardiamo al piano per l’efficienza energetica, gli uffici privati, gli alberghi, le scuole che sono energivore, ma anche efficientamento degli impianti d’illuminazione ed il miglioramento della climatizzazione può avere una importanza significativa , tutto questo potrebbe portare lavoro sia come interventi ad enti pubblici sia a quelli privati.”Interessante l’intervento dell’Ing. Maria Grazia Giardina Papa la quale attenziona gli astanti sull’importanza del distinguere tra dispendio energetico e diritto energetico: “ fare efficenza energetica significa adottare dei sistemi, i quali, per ottenere lo stesso risultato utilizzino meno energia mentre risparmiare energia significa adottare delle strategie per consumarne meno..bisogna, quindi, ridurre i propri consumi energetici..”
Si evidenzia quanto è rischioso produrre energia con i combustibili fossili che , per altro, si stanno piano piano esaurendo e che sono causa principale dell’inquinamento ambientale ma esiste anche un altro lato negativo quello del dipendere dai produttori esteri in quanto importatori d’energia, produttori che ne determinano i prezzo e la disponibilità.
Bisogna che si investa sul piano d’azione per l’efficenza energetica e sulla riduzione dei consumi , L’Ing. Maria Grazia Giardina Papa: ” il problema non si può risolvere solo col passaggio alle rinnovabili ma deve nascere questo concetto del Risparmio Energetico e puntare sulla riduzione procapite intervenendo sul singolo individuo e soprattutto su quello che è il comparto dell’edilizia migliorando le caratteristiche dell’isolamento termico, sostituendo gli infissi, dimensionando correttamente gli impianti si riuscirà a ridurre e sprecare energia riuscendo ad assicurare alle generazioni future diminuendo e abbattendo il riscaldamento globale terrestre.”

 

Nino Mirabile

Potrebbe piacerti anche

Messina – FIADEL su mancato pagamenti stipendi lavoratori servizi sociali

Politica e burocrazia tengono in ostaggio i 510