Messina – “Rischio sismico in Italia – Analisi e prospettive per una prevenzione efficace in un paese fragile” – venerdì 18 convegno a palazzo zanca

112
LOCANDINA-RischioSismico_Pagina_2

Nell’ambito delle attività organizzate dall’Amministrazione comunale per l’iniziativa “1908 – 2018: A 110 anni dal terremoto del 28 dicembre 1908”, venerdì 18, alle ore 15, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, si terrà il convegno “Rischio sismico in Italia: analisi e prospettive per una prevenzione efficace in un Paese fragile”.

L’evento, promosso dagli assessorati alla Protezione Civile, alla Cultura e agli Spettacoli, in collaborazione con la SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale) e CEA (Associazione Centro Educazione Ambientale Messina onlus), è patrocinato dal Comune di Messina, dall’INGV, dall’Ordine regionale dei Geologi di Sicilia, degli Ingegneri della provincia di Messina, degli Architetti pianificatori Paesaggisti e Conservatori della provincia di Messina e dalla Fondazione architetti nel mediterraneo.

Dopo l’introduzione dei lavori curati dal geologo Michele Orifici del Sigea e dall’esperto di Protezione civile del Comune Antonio Rizzo, seguiranno i saluti istituzionali del sindaco Cateno De Luca, dell’assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli, del vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Salvatore Mondello, e dei presidenti, Sigea Sicilia Emanuele Doria, dell’Ordine dei Geologi di Sicilia Giuseppe Collura, dell’Ordine degli Ingegneri di Messina, Francesco Triolo, dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Messina, Antonello Longo, della fondazione Architetti nel Mediterraneo Sergio La Spina, del coordinatore area di Scienze della Terra UNIME Giovanni Randazzo e del dirigente dipartimento DRPC servizio provinciale di Messina Alfredo Biancuzzo.

LOCANDINA-RischioSismico_Pagina_1

Gli interventi successivi saranno del dott. Nicola Alessandro Pino (INGV) su “Il terremoto del 28 dicembre 1908: 110 anni di analisi sismologiche”, dei geologi Roberto De Marco (già direttore del servizio sismico nazionale DPC) su “La prevenzione del giorno dopo e quella per il nuovo secolo”, Domenico Patanè (INGV) su “La rete accelerometrica urbana nel centro storico della città di Catania (OSU-CT,) e Davide Siragusano (ORGS) su “Il ruolo dei geologi nelle fasi di post-emergenza sismica: l’esperienza di Amatrice”. I lavori saranno moderati da Francesco Cancellieri della SIGEA e Giuseppa Pollina dell’ORGS.

Nel corso del convegno sarà presentato il volume “Rischio sismico in Italia: analisi e prospettive per una prevenzione efficace in un Paese fragile”, che raccoglie gli studi dei massimi esperti in tema di rischio sismico, testimoniando i progressi della ricerca italiana negli ultimi quarant’anni. Il volume (di 330 pagine, 41 articoli e oltre 150 autori) sarà disponibile per l’occasione nel banco delle registrazioni dei partecipanti per l’ottenimento dei crediti formativi professionali.

Potrebbe piacerti anche

Lavoratori Asu : Proclamato lo sciopero generale dal 26 al 28 febbraio

Ampia adesione dei precari Asu della Provincia di