Replica del Comitato Borgo Marinaro al Sindaco Ignazio Spanò

294
logo borgo marinaro san giorgio

La replica, come di prassi, ce l’aspettavamo e forse, è arrivata pure in ritardo.
Cercheremo di essere brevi e concisi:
Le porte, il Sig. Sindaco, le ha tenute aperte fin quando ha avuto risposte da dare, e si parla di gennaio 2018, poi più il nulla fino ad arrivare al mese scorso quando telefonicamente alla sua segretaria è stato chiesto un appuntamento e ancora siamo qui ad aspettarlo.

Quindi a quali porte aperte si riferisce?
Il Sig. Sindaco parla di “ritardo di routine” …..quindi dalla data della prima pec ed era circa gennaio a oggi, si tratta di semplice routine? E sistematicamente mai nessuna risposta, è routine? Certo se diventa modus operandi…chiaramente la risposta è si!
Per la donazione delle dieci lampadine, visto che sono sembrate poche, ci spiace ma il Comitato ha fatto quello che ha potuto che in ogni caso è sempre più di quello che ha fatto l’Ente e sempre dietro sollecito!(magari potrebbe autotassarsi lui stavolta)

Il Sig. Sindaco cita poi le questioni importanti per le quali si sarebbe raggiunto lo scopo e che avrebbero fatto “lavorare sodo” questa amministrazione:
1. Lavori al palazzetto dello sport…………pratica già trovata avviatama, comunque, onore al merito
2. ricerche idriche………………………………dal 2 luglio solo 2 su 5 programmate per la modica cifra di € 150.000,00 gravanti sulle casse comunali perché si è sbagliato a presentare il progetto
3. Pulizia dei Torrenti…………………………dietro segnalazione agli Enti preposti da parte di altra associazione di San Giorgio
4. Progetto servizi igienici al cimitero….sempre dietro richiesta di altra associazione
5. inserimento in bilancio del mutuo per il potabilizzatore……anche qui costretti a inserirlo in bilancio per via del progetto bocciato per negligenza
6. Progetto ripascimento San Giorgio……….progetto inammissibile e ora riammesso. Ci aspettano anni e anni di lungaggini burocratiche e intanto la natura farà il suo corso. Di contro, nessuna menzione si legge nel comunicato circa l’approvazione di un bilancio che prevede lo stanziamento di 30.000€ per un eventuale intervento. Come mai? Dimenticanza o forse perché a prescindere tale somma è irrisoria e quindi si evita di dire?
7. Le consulte non sono state dimenticate?? Scadute il 31 agosto? Ah si…routine….
8. La richiesta per capire la gestione del campetto??……ah….mancata risposta come da routine……

Il Comitato tutt’ora ha le buone intenzioni così come quelle dimostrate sempre ed in ogni occasione al Nostro Sig. Sindaco. Peccato che torni più utile replicare arrampicandosi sugli specchi quando, delle criticità chieste a gran voce, nessuna delle due sia ancora una realtà.

Ma certo, a qualcosa bisogna pur attaccarsi quindi meglio additare come cassa di risonanza i cittadini che leggono, sanno e si informano!
Sig.Sindaco, Voglia cortesemente avvisarci, anche per tramite della sua segretaria e pubblicamente se Le aggrada di più, quando avrà mezz’oretta da dedicarci.

E mi creda se Le dico che la politica non è nostra priorità. Lasciamo a Lei quest’arduo compito. Purchè lo svolga come Dio comanda e come l’Ufficio Ispettivo di Palermo Le ha “consigliato”!
Noi siamo e saremo dei semplici cittadini, costretti a lavarsi con acqua sporca, a circolare in un paese al buio, a sperare che il mare non avanzi ulteriormente , ad esigere il riconoscimento dei propri diritti ma… pur sempre semplici cittadini di quelli che forse danno un po’ fastido.

Adelina Di Perna, Presidente Comitato Borgo Marinaro

Potrebbe piacerti anche

Gioiosa Marea – Al Circolo Roma , “La prima guerra mondiale e l’Italia 100 anni dopo 1918-2018″

Sono cento gli anni che ci separano dalla