Il Comune di Gioiosa Marea ha attivato lo “Sportello verde”

550
31935596_167922877224982_4574845305085755392_n

Si tratta di un nuovo servizio, promosso grazie ad una convenzione stipulata con l’Ente di Sviluppo Agricolo della Regione Sicilia, rivolto alle aziende agricole del territorio e ai piccoli coltivatori. “Una scelta che nasce dalla consapevolezza che l’agricoltura e la silvicoltura svolgono un ruolo cruciale, non solo nella produzione di beni di primaria necessità, ma anche e soprattutto nella tutela del paesaggio, della biodiversità, della stabilità del clima e nella prevenzione del dissesto idrogeologico” dichiara la consigliera con delega per gli sportelli informativi, Roberta Fonti.

Lo sportello, che è ubicato nei locali dell’ufficio turistico, vede la presenza di un tecnico qualificato dell’ESA che svolge attività di informazione, consulenza e assistenza tecnica, amministrativa e burocratica sui temi dell’ambiente e dell’agricoltura sostenibile per tutti gli operatori del settore agricolo e zootecnico del territorio, nonché per i conduttori di fondi rurali e per quanti abbiano intenzione di intraprendere l’attività agricola.

“Il servizio si intende anche come uno strumento per favorire il recupero delle nostre campagne in stato di abbandono: grazie alla consulenza dell’esperto – prosegue la consigliera Fonti – si potranno anche valutare dei piani di recupero e ripristino dei fondi abbandonati per creare un’alternativa di reddito, soprattutto per i giovani, in un’ottica di sviluppo sostenibile del nostro territorio attraverso l’agricoltura, l’ecoturismo e l’enogastronomia di qualità, tutti settori fortemente in crescita”.

Lo “Sportello verde” si trova sulla via Umberto I, nei locali dell’ufficio informazioni turistiche, ed è aperto lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle 7.30 alle 14.15; il mercoledì dalle 7.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00. Il servizio è fruibile anche online sulla  pagina “Sportello Verde Gioiosa Marea

Potrebbe piacerti anche

Il 18 Novembre, a Gioiosa Marea, un seminario sulla salute e genere nel valore della sua differenza

SE VUOI EDUCARE UN UOMO EDUCA UN BAMBINO