L’Arte siciliana in ceramica nei ” I ciancianeddi”

484
IMG-20180521-WA0063

“L’ ispirazione irrompe nella vita di taluni…, modificandola in toto.
L’ ispirazione tocca i binari della creatività e trasforma tutto in un cielo stellato.

Guardare la creatività mi esalta, modella la mia sinuosita’, porta in se estro e particolarità.
La osservo con occhi curiosi e stupefatti…ed il solo sapere che posso ancora stupirmi…mi da possibilità senza tempo”.
Questo è avvenuto per ” I ciancianeddi” , la cui arte ha trasformato il modo di indossare ” gioielli artistici” e la cui eleganza ne ha esaltato l’ originalita’. Sono ” pietre/gioiello ” che cadono sinuosi, addolcendo un corpo, un viso con una eleganza che spicca.
È un brand di gioielli interamente realizzati a mano, con ceramica siciliana decorata dalle sapienti mani degli artigiani di “Ceramica Retrò”.

Nata a Brolo 2 anni fa, dall’incontro e dall’amicizia di Antonio Santangelo e Mimmo Bonfiglio.
Creazioni nitide di una Sicilia retrò che vuole vivere e che si accende di fuoco al cospetto di cotanta bellezza.
Ceramica Retrò ha saputo coniugare la tradizione e l’estro artistico di due persone che da percorsi e storie diverse hanno deciso di dedicarsi insieme a costruire una nuova realtà imprenditoriale ma prima di tutto una produzione totalmente nuova basata su una grande passione.
IMG-20180521-WA0062
Ceramica Retrò non è un negozio ma un laboratorio, che idea e crea oggetti che fondono insieme l’amore per la Sicilia e la voglia di condividerlo con tutti.

Proprio per la voglia di innovare e ampliare i propri orizzonti i due designers hanno deciso nel 2017 di creare qualcosa che potesse permettere a chiunque di portare ovunque le atmosfere e i colori dell’isola.
Alcuni delle loro creazioni portano in se il profumo dell’ isola. Dalla zagara ai gelsomini, dagli oleandri alla magnolia . L’incontro con la splendida attrice e ballerina televisiva Gaia Barlocco hanno fatto il resto.

Giuliana Scaffidi

Potrebbe piacerti anche

A San Giorgio di Gioiosa Marea i “ruvidelli d’ Agosto il 16 agosto

Giorno 16 agosto, dalle ore 20:30, in piazza