Dino Bramanti a seguito del suo incontro con il presidente Musumeci e l’assessore Razza sull’Autorità Portuale

233
dav

“Messina sarà la terza Autorità portuale della Sicilia, in piena autonomia. Nel corso di un lungo colloquio che ho avuto oggi con il governatore Musumeci e con l’assessore alla Sanità Razza, abbiamo approfondito tematiche già affrontate nelle scorse settimane e che ritengo prioritarie per il futuro della città. Musumeci mi ha rassicurato sull’impegno della Regione per quanto riguarda la riforma dei porti, garantendo che non appena avremo un governo nazionale chiederà la proroga dell’attuale commissario e la successiva modifica della riforma per dare all’Authority di Messina il ruolo da protagonista che ci spetta.

Il porto di Messina, insieme a Milazzo-Giammoro, Reggio Calabria e Villa San Giovanni, avranno il giusto ruolo nel sistema dei porti nazionale. Un passaggio necessario anche per l’istituzione della Zes di Messina. Con il presidente della Regione ci siamo trovati inoltre in piena sintonia per quanto riguarda altre priorità, come la riqualificazione delle periferie e l’occupazione giovanile. Il governo regionale, come già discusso con il presidente Musumeci e l’assessore Razza, presterà massima attenzione a queste tematiche e nelle prossime settimane approfondiremo i percorsi e le strategie per individuare risorse e progetti concreti”.

Potrebbe piacerti anche

Falcone – Rissa tra parenti – 5 persone arrestate

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione