Sant’Agata di Militello – Arrestato, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

433
Carabinieri sant'Agata (2)

I Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata di Militello, impegnati incessantemente sul territorio nell’attività di controllo e contrasto al consumo e traffico di sostanze stupefacenti, sempre più diffuse tra giovani, nel pomeriggio di ieri, nel corso di pianificato servizio d’istituto predisposto nelle vie cittadine, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, DJAKOVIC Pedja, cittadino Serbo 46enne.

Personale della Stazione Carabinieri di Sant’Agata di Militello, nel pomeriggio di ieri, mentre effettuava un servizio di osservazione nella centralissima Piazza Vincenzo Consolo, notoriamente luogo di aggregazione giovanile, notavano il DJAKOVIC Pedja che, dopo aver parcheggiato la sua Peugeot 207, si intratteneva nella piazza e, con fare circospetto, si fermava con alcuni soggetti, già noti alle forze dell’ordine. Prontamente, i militari, procedevano a fermare il soggetto e, dopo una preliminare ispezione sulla persona, rinvenivano alcune dosi di hashish. Estesa la perquisizione all’autovettura e all’abitazione, il DJAKOVIC veniva trovato in possesso di altro quantitativo di stupefacente, tre coltelli di genere vietato ed di un bilancino di elettronico di precisione. Il cittadino serbo veniva, quindi, tratto in arresto e tradotto in caserma per le formalità di rito.

Il materiale veniva posto sotto sequestro e debitamente custodito in atteso di essere versato presso gli uffici competenti. La sostanza stupefacente, veniva immediatamente inviata al R.I.S. di Messina per le analisi di laboratorio. L’arrestato, informata l’Autorità Giudiziaria competente, è stato tradotto in regime di arresti domiciliari presso il proprio domicilio in attesa dell’udienza di convalida presso il Tribunale di Patti.

Potrebbe piacerti anche

Un successo il geoevento sulla conoscenza e valorizzazione del territorio di Capo d’Orlando

Parzialmente condizionata dal maltempo, è stato comunque un