Gioiosa Marea – Il Consiglio Comunale ha approvato, a maggioranza, il regolamento per l’istituzione dell’imposta di soggiorno

837
805469_800001_nuova_imposta_so

La nuova norma entrerà in vigore dal primo giugno 2018, data dalla quale saranno applicate le tariffe per i pernottamenti nelle strutture ricettive gioiosane. Una decisione, quella dell’amministrazione, che porterà nelle casse comunali un gettito stimato di circa 120.000 euro per il primo anno. Somme che, come previsto dalla legge, saranno reinvestite in servizi, infrastrutture e iniziative di promozione per il turismo. Una decisione in linea con quella di molti comuni del comprensorio in cui è in vigore da qualche anno, come Oliveri, Furnari e Milazzo, o che intendono istituirla a breve, come Patti e Piraino. “L’ipotesi di istituzione della tassa di soggiorno è stata preliminarmente discussa con gli operatori turistici – spiega il sindaco, Ignazio Spanò – .

In questa sede si è deciso di mantenere le tariffe al minimo per testare gli effetti della nuova imposta sul settore turistico e garantire comunque un’entrata ulteriore per migliorare i servizi e l’immagine turistica di Gioiosa Marea, concertando con gli operatori del settore gli interventi da realizzare”. L’imposta si pagherà per un m assimo di 8 pernottamenti consecutivi nella stessa struttura ed esenzioni sono previste per i diversamente abili, le scolaresche e chi si troverà a Gioiosa per motivi di lavoro.

“Non si tratta di una manovra per fare cassa  – sottolinea ancora il primo cittadino – bensì di risorse che supporteranno una chiara linea politica che punta al miglioramento complessivo della cittadina, dall’arredo urbano alle iniziative di marketing e promozione del territorio. Già dalla prossima settimana – annuncia, infine, il Sindaco – si terrà un nuovo incontro con gli operatori per discutere della destinazione delle somme che saranno incassate già a partire dalla prossima stagione”.

Potrebbe piacerti anche

Comune di Gioiosa Marea – Modalità di accesso ai benefici per i disabili gravissimi

Si informa che ai sensi del comma 5