La Sicilia devastata dagli incendi e dalla regressione – Adesso anche la soppressione dell’ intercity Sicilia-Roma

341
treno-ferrovie-1-624x300

La soppressione del treno notturno, intercity Sicilia-Roma, è un altro dei tasselli del disastro siciliano. Per percorrere in treno da Trapani per Agrigento occorrono 8 ore. Lo stato delle strade, in particolar modo le provinciali, ma non solo, è da terzo mondo. E’ possibile sviluppare turismo, accoglierlo con standard di sufficienza o fare impresa quando per far muovere le merci la situazione è drammatica? Mi chiedo come e’ possibile solo puntare sulle bellezze paesaggistiche, quando dentro al nostro territorio troviamo situazioni inenarrabili? Una terra devastata da piromani, ingordi politici e infrastrutture che puntano al labirinto piuttosto che agli scorrimenti veloci con adeguste barriere, definite spesso e volentieri, non a torto, salvavita.
Uno dei punti salienti, di una politica che vuol far crescere la nostra bella amata Sicilia, piena di peculiarità invidiabili e di scorci ineguagliabili, è il prendersi cura del nostro territorio e della sua rete infrastrutturale, non permettendo a nessuno di interfacciarsi con il regresso, arma distruttive di una pianta evolutiva in via d’estinzione .

Giuliana Scaffidi

Potrebbe piacerti anche

Messina – I Carabinieri del Comando Interregionale “Culqualber” ricordano le vittime di Nassiriya

Oggi 12 novembre ricorre il quindicesimo anniversario della