Gioiosa Marea – Piraino – Un’escalation di roghi che sembra non aver mai fine – Intervengono i Canadair

367
ingendio torrente zappardino

Gioiosa Marea 5 settembre 2017

Brucia ancora la nostra costa.

Circa sette i focolai che si sono trasformati in importanti incendi.
Sono, probabilmente , di origine dolosa gli incendi che già da stamattina , intorno alle 2.0, si sono sviluppati sul litorale tirrenico a ridosso della SS 113 tra Gioiosa Marea e Gliaca di Piraino.
Un’escalation di roghi che sembra non aver mai fine.
Continui gli interventi dei Canadair e degli uomini della Forestale della Stazione di Sant’Angelo di Brolo, per poter spegnere gli incendi che già ,da questa mattina, hanno distrutto le colline del litorale.

canadair c-da carcara

Da contrada Skino di Gioiosa Marea fino alla contrada Carcara di Piraino , interessando anche il Torrente Zappardino lato Piraino, continuando per la contrada Airone , Calanovella e Carcara, questo il bilancio disastroso che si presenta ai nostri occhi, forse dovuto a piromani ?.
Forte la preoccupazione del Vicesindaco di Gioiosa Marea, Giovanni Princiotta, il quale è intervenuto sui luoghi interessati dagli incendi, accompagnato dal Responsabile della Protezione Civile, Mario Catania.  
Il Vicesindaco, messosi in contatto con il Comandante dell’operazione, ha attenzionato la pericolosità di una ripresa del”incendio in alcune zone delle nostre colline ancora non del tutto messe in sicurezza.

Nino Mirabile


20170905_114459
20170905_114401

20170905_112538

20170905_112128

canadair c-da carcara

Potrebbe piacerti anche

Messina – I Carabinieri del Comando Interregionale “Culqualber” ricordano le vittime di Nassiriya

Oggi 12 novembre ricorre il quindicesimo anniversario della